Home Salute e benessere Covid, 2 province siciliane tra le 30 in cui l’incidenza è salita del 40%

Covid, 2 province siciliane tra le 30 in cui l’incidenza è salita del 40%


Redazione

Si tratta di Enna e Messina. Ci sono altre 17 province in cui l'aumento è compreso tra il 20% e il 40%, e fra queste ci sono tre capoluoghi di regione: Roma, Milano e Torino.

Ci sono anche Enna e Messina fra le 30 province italiane in cui l’incidenza dei positivi al Covid negli ultimi sette giorni è aumentata almeno del 40% rispetto a quella dei sette giorni precedenti e in altre 17 l’aumento è compreso fra il 20% e il 40%. Lo indicano le analisi del matematico Giovanni Sebastiani, dell’Istituto per le Applicazioni del Calcolo ‘M.Picone’, del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr). “Nelle 30 province in cui l’incidenza è aumentata almeno del 40% negli ultimi sette giorni, l’analisi alle differenze percentuali settimanali mostra trend di crescita”, rileva Sebastiani, e in sette di esse (Forlì, Rieti, Viterbo, Imperia, Cremona, Fermo e Pisa) l’aumento è statisticamente significativo.

VALORE PIU’ ALTO A TRIESTE

In 8 delle 30 province l’incidenza è superiore a 50 casi a settimana per 100.000 abitanti. Ci sono altre 17 province in cui l’aumento è compreso tra il 20% e il 40%, e fra queste ci sono tre capoluoghi di regione: Roma, Milano e Torino, dove risiede complessivamente circa un sesto della popolazione italiana. “Il valore più alto dell’incidenza, pari a 150 casi a settimana per 100.000 abitanti, si riscontra a Trieste. Inoltre – prosegue l’esperto – tutte le province del Friuli Venezia Giulia sono coinvolte.

RISCHIO DELL’EST

Questi fatti, uniti a quello che la Slovenia è al nono posto per incidenza in Europa, con 330 casi a settimana per 100.000 abitanti, e che altri Stati della penisola balcanica hanno valori grandi, come ad esempio la Serbia (442, valore piu’ alto ora in Europa), la Romania (368) e la Bulgaria (343 e in crescita esponenziale), evidenzia l’esigenza di controlli capillari, alla frontiera, dei flussi in entrata”.

LA CLASSIFICA

Ecco l’incidenza nelle 30 province che hanno registrato un aumento del 40% negli ultimi sette giorni rispetto ai sette giorni precedenti e trend di crescita: Trieste (150), Bolzano (84), Rieti (73), Imperia (63), Enna (60), Forlì-Cesena (56), Gorizia (52), Terni (51), Viterbo, Pisa e Rovigo (49), Massa Carrara (47), Latina (46), Messina (45), Vercelli (40), Fermo e Grosseto (39), Perugia (36), Salerno (35), Cremona (33), Varese (32), Pordenone (31), Lecce (29), Udine (27), Chieti (21), Brindisi (18), Como (17), Campobasso (16), Ascoli Piceno (14), Mantova (13).

Potrebbero interessarti