«Non ce n’è Covid»: questo è il fil rouge che unisce il dottor Zangrillo e Angela

Una signora di Palermo ed un primario del San Raffaele di Milano, hanno fatto la stessa affermazione: «Non c'è più il Covid-19». Mentre il dottore l'ha ribadito più volte, la signora ha avuto attacchi dal web

È scomparso il Covid. Questa non è solo l’affermazione dei «gilet arancioni», che, guidati dal generale Pappalardo, si sono assembrati a Milano per gridare che la crisi sanitaria è solo una invenzione e che la pandemia è un disegno politico per schedare le persone. Ad affermarlo è stato anche il dottor Alberto Zangrillo, primario dell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Generale e Cardio-Toraco-Vascolare del San Raffaele di Milano.

IL DOTTOR ZANGRILLO: «IL CORONAVIRUS NON ESISTE PIU'»

Intervenuto nel corso della trasmissione TV “In mezz’ora in più” di Lucia Annunziata su Rai 3, Il dottor Zangrillo ha fatto notare come la carica virale del Covid-19 stia pian piano scemando. Rispetto ai tamponi fatti qualche mese fa, la forza del virus è praticamente infinitesimale. Da questa constatazione nasce l’affermazione del primario che il coronavirus non esiste più. Quanto meno da un punto di vista prettamente clinico. Considerando queste evidenze clinico-scientifiche, supportate a suo dire da diversi studi e ricerche mediche, per il dottor Zangrillo è ora che il Paese metta da parte lo stato di emergenza e riparta. Anche perché la seconda ondata del virus potrebbe non esserci. Le stesse affermazioni le ha poi ripetute in tutti i telegiornali che lo hanno intervistato, fino a ieri, con il risultato che il web gli ha indirizzato commenti poco riguardosi.

LA SIGNORA ANGELA: «NON CE N’È COVID»

Contempraneamente, Angela, una signora di Palermo, intervistata a Mondello dalla giornalista Giuliana Zanca, inviata di Barbara D'Urso, ha espresso sull’argomento le sue convinzioni sulla pandemia, che in linea di massima collimano pressapoco con quelle del dottor Zangrillo. Ha chiuso la sua intervista con una affermazione: «Non ce n’è Covid». Nel montaggio del servizio, trasmesso nella trasmissione “Live, non è la D’Urso”, dell’intervista alla signora è stata riportata solo l’ultima frase, cioè l’affermazione finale:«Non ce n’è Covid». Di conseguenza Angela è finita al centro di una bufera mediatica, che le ha complicato molto la vita. Nel corso di una successiva intervista con la D’Urso, ha detto in lacrime che per questo adesso è vittima di cyberbullismo, che riceve minacce di morte e offese a sua figlia e suo marito. Ed ha giustificato la sua affermazione spiegando che a Palermo non si sono avuti molti casi. In ogni caso la frase “Non ce n’è Covid” è diventata virale, al punto che adesso circolano anche gadget che la citano.