Home Politica Covid e scuole: Governo Draghi impugnerà tutte le ordinanze di chiusura

Covid e scuole: Governo Draghi impugnerà tutte le ordinanze di chiusura


Michele Cusumano

L'intenzione del Governo si scontra con quelle di molti sindaci, tra cui i primi cittadini siciliani

draghi scuole

Il Governo presieduto da Mario Draghi ha comunicato che impugnerà tutte le eventuali ordinanze che prevedano il mancato ritorno sui banchi di scuola. La scelta segue alla decisione di Vincenzo De Luca, governatore della Campania, di non riaprire le scuole elementari e medie. L’orientamento dei piani alti è chiaro, ovvero quello di tenere le scuole aperte in tutta la nazione, in accordo con il Comitato Tecnico Scientifico.

Tuttavia l’intenzione del Presidente della Campania non rappresenta un caso isolato, visto che anche il suo omonimo, Cateno De Luca, ha adottato il medesimo provvedimento nelle province del messinese. Concorde anche il sindaco di Caccamo, Nicasio Di Cola, che ha manifestato lo stesso orientamento.

Il Governo però è di tutt’altro avviso. L’impatto che la Dad, in seguito ad un lungo periodo di vacanza, avrebbe sugli studenti, in particolare sui più piccoli, sarebbe negativo e controproducente.

RIUNIONE DEI SINDACI: “DAD PER TUTTE LE SCUOLE SICILIANE”

L’intenzione del Governo si scontra però con quella dei Sindaci siciliani. Il verdetto della riunione tenutasi tra i Primi cittadini dell’Isola è stato unanime: “Impossibile ritornare alla scuola in presenza”. Anci ha infatti annunciato che chiederà alla regione un provvedimento che richieda la Dad, didattica a distanza, a partire dal prossimo 10 gennaio, data in cui gli studenti dovrebbero tornare a scuola.

È già scontro dunque tra Governo nazionale e delle singole regioni, con la Sicilia protagonista in tal senso. Da una parte l’affermazione perentoria di non volere togliere agli studenti elementi fondamentali come socialità ed apprendimento in presenza; da un’altra i numeri, che evidenziano record su record di positività, con la Sicilia che oggi ha toccato 9.248 nuovi casi. Gli attualmente positivi nell’Isola ammontano adesso a 88.384. Tra le città più colpite il capoluogo Palermo, con 1.229 nuove positività, Catania con 1.741, Messina con 1.575, e Agrigento con 1.579.

Potrebbero interessarti