Home Economia e lavoro Ita-Covisian, fiaccolata per il lavoro a Palermo: “Ci appelliamo a tutti i cittadini”

Ita-Covisian, fiaccolata per il lavoro a Palermo: “Ci appelliamo a tutti i cittadini”


Redazione PL

Organizzata una fiaccolata a sostegno dei 543 lavoratori Covisian della commessa Ita che rischiano di perdere il posto di lavoro. I dettagli

ita-covisian

Le Segreterie Territoriali  hanno organizzato una mobilitazione dei lavoratori a sostegno dei lavoratori Covisian della commessa Ita. “La protesta non si arresta – fanno sapere le sigle sindacali SLC CGIL – FISTEL CISL – UILCOM UIL – UGL TLC-. E, alla vigilia dell’incontro Ministeriale, organizzeremo per martedì 19 Aprile alle ore 19, con concentramento in Corso Vittorio Emanuele davanti alla Cattedrale di Palermo, un Corteo illuminato da Fiaccole.

Il mancato rispetto dell’Accordo di Clausola Sociale – prosegue la nota – sottoscritto al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali il 21 Ottobre 2021, dopo 6 mesi mette a rischio di licenziamento 543 lavoratrici e lavoratori Palermitani. Ci mobilitiamo ancora una volta per difendere i diritti e la dignità umana; per il rispetto degli accordi sottoscritti e per la corretta applicazione delle Clausole Sociali. È inaccettabile e paradossale che proprio ITA, società al 100% proprietà dello Stato, avvii gare al massimo ribasso che eludono le leggi italiane.

Ci appelliamo alla solidarietà e all’attiva partecipazione al Corteo, da parte di tutti i cittadini palermitani, per la salvaguardia del lavoro e dell’occupazione nel nostro territorio. Inoltre – conclude il comunicato – chiediamo il massimo coinvolgimento delle istituzioni locali e nazionali, della stampa e dei media. Per la risoluzione della vertenza che rischia di trasformarsi in un massacro sociale.”

Protesta dipendenti ex Almaviva a Palermo, incontro con la Regione: il 20 aprile tavolo ministeriale

Lo scorso 8 aprile i dipendenti ex Almaviva hanno protestato a Palermo, a piazza Indipendenza, dopo la notizia dell’interruzione del rapporto Covisian-Ita, con l’azienda milanese che nelle scorse ore ha annunciato l’esubero strutturale di 221 risorse, 206 a Palermo e il resto a Rende. Alcuni rappresentanti sindacali hanno avuto un confronto col Capo di Gabinetto del Presidente della Regione Siciliana e due funzionari dell’Assessorato Famiglia e Lavoro.

La Regione ha dato la sua disponibilità ad essere presente al tavolo ministeriale che si svolgerà il prossimo 20 aprile alle ore 12. “Noi lavoreremo fino al 30 aprile per la commessa Ita, poi da maggio non lo sappiamo – dice Stefania Duca, dipendente Covisian, a Palermo Live -. La Regione Siciliana ci ha assicurato la sua disponibilità di evidenziare il concetto di territorialità perché il lavoro qui c’è. Sarebbe in grave danno sociale per la Sicilia, per tutta l’economia“.

Potrebbero interessarti