Home Economia e lavoro Dal 1° settembre addio al Pin Inps, per accedere occorre lo Spid: ecco come averlo

Dal 1° settembre addio al Pin Inps, per accedere occorre lo Spid: ecco come averlo


Pippo Maniscalco

Manca poco all'addio definitivo del codice Pin per entrare sul sito dell'Inps: ora è necessario dotarsi di Spid di livello 2, Cie o Cns. Cosa fare

L’Inps ha pubblicato sul suo sito la circolare n.95, dove si legge che dal 1° settembre 2021 non sarà più possibile accedere ai servizi online del portale Inps con il codice Pin. E che inoltre dal 30 settembre il sistema Pin sarà dismesso definitivamente. Quindi in questa data saluteremo per sempre la vecchia modalità di accesso al web. Meglio dunque affrettarsi a dotarsi di Spid, o comunque di credenziali CNS e CIE. L’Inps aveva annunciato questo grande salto già nel luglio 2020 anche sui suoi canali social, per rendere noto a tutti i cittadini e le cittadine il cambiamento.

OCCORRE FORNIRSI DI SPID. ECCO COS’È E COME SI OTTIENE

Lo switch-off graduale dal Pin allo Spid è quindi partito dal 1° ottobre 2020. Da questa data non sono stati più rilasciati Pin Inps come credenziali per accedere ai servizi online dell’Istituto. Quindi dal 1° settembre 2021 ci vuole lo Spid, che è un sistema pubblico di identità digitale. Garantisce l’accesso a tutta una serie di servizi offerti dalla Pubblica amministrazione, perché si basa su un riconoscimento dell’identità della persona che lo ottiene. Se si è residenti in Italia, per ottenerlo occorrono:

─ un indirizzo e-mail
─il numero di telefono del cellulare normalmente usato
─un documento di identità valido (uno tra: carta di identità, passaporto, patente, permesso di soggiorno)
─la tessera sanitaria con il codice fiscale

Per richiedere il codice Spid, ogni cittadino può scegliere liberamente uno degli otto identity provider che consentono di registrarsi sul proprio sito. Basta inserire i propri dati anagrafici, creare le proprie credenziali Spid. Per conoscere e avviare la procedura di rilascio si può andare sul sito istituzionale www.spid.gov.it/richiedi-spid e vedere qual è la modalità di richiesta da uno dei fornitori che si dovrà scegliere (Aruba, Infocert, IntesaId, Lepida, Namirial, Tim, Poste, Sielte, SpidItalia)

Inoltre occorre tenere presente che lo Spid si può ottenere in quattro modi:

─ di persona,
─ via internet tramite webcam,
─ via internet tramite Cns/nuova Cie (Carta di identità elettronica 3.0),
─ via internet tramite firma digitale

Potrebbero interessarti