Home SportCalcio Disastro Palermo a Taranto: segna l’ex Saraniti, Almici illude

Disastro Palermo a Taranto: segna l’ex Saraniti, Almici illude


Elian Lo Pipero

La neopromossa Taranto travolge il Palermo, a segno l'ex Saraniti. Per la squadra di Filippi prima sconfitta in campionato.

Taranto

Un brutto Palermo perde 3-1 contro il Taranto nel match valido per la terza giornata di Serie C. Reti per i pugliesi di Saraniti, Benassai e Diaby. Per i rosa rete della bandiera di Almici, espulso Lancini.

Nel Palermo, rispetto alla trasferta di Messina, gioca Soleri con Brunori dal primo minuto; alle loro spalle Floriano. In difesa torna Doda con Perrotta e Lancini. Il Taranto si schiera con il 4-3-3, in attacco occhi puntati sull’ex di turno Saraniti. Al suo fianco Giovinco sulla sinistra e Versienti sulla destra. In difesa, esordio dal primo minuto sulla destra per Ricciardi.

PRIMO TEMPO

Inizio difficile, simile a quello avuto nel derby contro l’Acr Messina sabato scorso, per la squadra rosanero. Il Taranto prende subito terreno: al quarto Giovinco prova a impensierire Pelagotti. La conclusione, però, è debole e il portiere rosa blocca senza alcun problema. Al 12′ vantaggio dei pugliesi, a firma proprio dell’ex di giornata: Saraniti. L’attaccante di testa, su azione da calcio d’angolo, è bravo ad anticipare tutti e colpire: la palla viene deviata da Lancini e si infila in rete. Tre minuti dopo i pugliesi sfiorano il raddoppio: calcio di punizione dal limite di Giovinco, palla si stampa sulla traversa con Pelagotti battuto.

Il Palermo prova uscire dalla sua metà campo e farsi vedere in avanti. Al 21′ cross di De Rose, colpo di testa di Soleri parato da Chiorra. I rosa provano a schiacciare il Taranto, ma senza riuscire a creare veri pericoli al portiere avversario. Nel finale di tempo ci prova ancora Soleri di testa su cross di Giron, palla di poco alta.

SECONDO TEMPO

Secondo tempo che inizia con la squadra di Filippi che prova a trovare la via del pareggio, ma alla squadra di Filippi mancano le idee. E al 57′ arriva il raddoppio del Taranto, ancora una volta da calcio d’angolo: torre di Zullo, Benassai sorprende la difesa del Palermo e a due passi batte Pelagotti. Reparto difensivo disastroso dei rosa, molto distratto in questo match. La squadra di Filippi riesce a reagire subito con Almici che al 61′ buca sul primo palo Chiorra, con evidenti colpe in questa occasione, dopo un cross baso di De Rose che attraversa tutta l’area di rigore, arrivando sui piedi dell’esterno rosa. Fase della partita dove i rosa pressano per il pareggio, con il Taranto che si chiude bene ma è sempre pronto ad approfittare delle ripartenze.

Il Palermo ci prova su calcio di punizione con Silipo, entrato nella ripresa, ma la sua conclusione è finita comodamente nelle mani di Chiorra. A dodici dalla fine la squadra di Filippi, però, rimane in dieci: Lancini, ammonito, commette fallo tattico a centrocampo: l’arbitro estrae il secondo giallo e difensore rosa espulso. Un episodio che spegne il Palermo e il Taranto ne approfitta e al novantesimo trova il terzo gol con Diaby, grazie all’assist di Santarpia. Il match termina 3-1, il Palermo rimane a quattro punti. Per il Taranto vittoria importante e storica: i pugliesi salgono a sette punti in classifica, al momento al primo posto in attesa delle restanti partite della terza giornata.

Potrebbero interessarti