Home Cronaca Discarica abusiva via Mazzarello, una residente:”Il Comune glissa”

Discarica abusiva via Mazzarello, una residente:”Il Comune glissa”


Alfredo Minutoli

La signora Patrizia: "Negli anni, a causa del muro si è venuta a creare una discarica abusiva, ovvero quanto di più vergognoso possa esserci in una città dalle velleità europee".

Ci troviamo nella V^ circoscrizione della città di Palermo, nel quartiere conosciuto come “Madonna di tutto il mondo”. Precisamente in via Mazzarello angolo via Baviera, tra le tante criticità ce n’è una che angustia da ben 15 anni i residenti. Si tratta dell’ennesima discarica abusiva a cielo aperto. Affastellati si trovano i più disparati oggetti, dagli inflazionati materassi e frigoriferi ai più rari paraurti e parabrezza. E se a questi ci si sommano carcasse di animali morti, percolato e quant’altro ben s’intende la gravità della situazione. Non paghi del live di questa mattina – durante il quale sono intervenuti il consigliere della V^ circoscrizione Salvo Altadonna, la Preside dell’istituto comprensivo principessa Elena di Napoli e la responsabile del plesso Baviera -, abbiamo contattato la signora Patrizia, residente in un palazzo ubicato proprio di fronte la discarica.

GLI SCARICABARILE

Ho fatto personalmente tante segnalazioni alle giunte comunali che nel corso degli anni si sono avvicendate. Ebbene, sono tutte puntualmente cadute nel vuoto, tra promesse e rimbalzi di responsabilità. Il risultato è sotto gli occhi di tutti. Un muro che non ha alcun motivo di esistere, prospiciente da un lato alla recinzione della scuola e dall’altro alla via Mazzarello. Ciò che negli anni si è venuto a creare è questa discarica, ovvero quanto di più vergognoso e incivile possa esserci in una città dalle velleità europee“.

LE ORECCHIE DA MERCANTE DEL VICESINDACO

Parla a nome dei residenti della zona Patrizia, “molti dei quali, come me più volte hanno sollevato il problema. E’ da 15 anni che mi batto per chiedere l’abbattimento di questo muro e a suo tempo sono arrivata a contattare anche il Prefetto. Da una verifica la costruzione non risulta essere nè di proprietà del palazzo dove abito tanto meno del Comune. Sorge in una strada espropriata dal Comune che doveva essere ripulita nonchè dotata di un marciapiede. Una volta caduto nel dimenticaio il progetto, venne edificato il muro come seconda recizione della scuola. Da quì l’immonda discarica abusiva.” Patrizia è un fiume in piena.”Lo stesso vicesindaco Giambrone, che in merito riceve da due anni e mail di protesta da vari residenti che lo hanno contattato personalmente, ad oggi sembra fare orecchie da mercante.”

LA BEFFA DELLA TARI

Si sentono completamente abbandonati i residenti di via Mazzarello, che al danno non vorrebbero si aggiungesse la beffa. “A giorni arriverà la Tari, la tassa sui rifiuti. E’ un paradosso doverla pagare avendo davanti ai nostri occhi, da anni, un panorama tanto desolante. Invito qualcuno del Comune, il sindaco Orlando in primis a metterci la faccia. Gli farei vedere le foto scattate alla discarica e le decine di lettere e mail inviate negli anni. Vorrei proprio vedere se accorderebbe un legittimo sconto della tassa sui rifiuti a noi cittadini, onesti e da sempre ligi nel pagare un servizio che in verità non ci viene fornito”

Potrebbero interessarti