Home Politica Elezioni amministrative, al via il voto: tutte le procedure e lo spoglio

Elezioni amministrative, al via il voto: tutte le procedure e lo spoglio


Redazione PL

Alle 23 la chiusura delle votazioni e poi il via alle operazioni di spoglio

voto

Il giorno del voto in Sicilia è arrivato. Le elezioni interessano ben 120 Comuni, 107 con il sistema maggioritario e 13 con sistema proporzionale. Un eventuale ballottaggio si terrà domenica 26 giugno. Si parla di 1.520 consiglieri comunali da eleggere e 1.747 sezioni elettorali da costituire. La popolazione coinvolta è di 1.710.451 abitanti.

Amministrative in Sicilia, i Comuni al voto

Il voto interessa due capoluoghi di provincia: Palermo e Messina. Le consultazioni riguardano anche le circoscrizioni, 8 a Palermo e 6 a Messina.

Si voterà anche in grossi centri: Palma di Montechiaro e Sciacca, nell’Agrigentino; Niscemi, in provincia di Caltanissetta; Aci Catena, Palagonia, Paternò e Scordia, nel Catanese; Pozzallo e Scicli, in provincia Ragusa; Avola, nel Siracusano; Erice in provincia di Trapani.

CLICCA QUI per l’elenco completo dei comuni dove si vota

Come si vota

I cittadini saranno chiamati non solo a eleggere il primo cittadino, i consiglieri comunali e di Circoscrizione. Saranno in totale sette le schede dove si dovrà votare: cinque per il referendum di giustizia, una scheda azzurra per scegliere il sindaco e i consiglieri comunali e un’altra rosa per le Circoscrizioni.

Per il referendum sono cinque le schede da votare e comprende: legge Severino sull’incandidabilità dopo condanna (scheda rossa), limitazione delle misure cautelari (scheda arancione), separazione delle carriere tra magistrati (scheda gialla), valutazione dei magistrati da parte di membri laici dei consigli giudiziari (scheda grigia) e infine firme per le candidature al Csm, Consiglio superiore della magistratura (scheda verde);

Per le amministrative invece basterà barrare il nome del candidato per cui si desidera esprimere preferenza, che si tratti del sindaco o del presidente di Circoscrizione. Barrato poi il simbolo del partito, bisognerà indicare il nome del consigliere comunale o di Circoscrizione. È possibile anche l’opzione del voto disgiunto: si può fare una croce sul nome di un candidato sindaco e una sul simbolo di una lista che appoggia un candidato diverso.

Lo spoglio

Alle 23 termineranno le votazioni. Le operazioni di spoglio inizieranno con le schede del referendum sulla giustizia, poi il 13 giugno alle ore 14 si inizierà con quello legato al sindaco, ai consiglieri comunali e delle circoscrizioni

Potrebbero interessarti