Home Sport Equilibrio a Castellammare, Juve Stabia-Palermo termina a reti bianche

Equilibrio a Castellammare, Juve Stabia-Palermo termina a reti bianche


Michele Cusumano

Tanto agonismo e poche nitide occasioni tra Juve-Stabia e Palermo. Un pareggio giusto con cui le "vespe" rimangono avanti di un punto in classifica rispetto ai rosanero

juve stabia palermo

A Castellammare di Stabia scendono in campo Juve Stabia e Palermo per il posticipo della settima giornata di lega pro girone C. Sul campo delle “vespe” il Palermo ha vinto gli ultimi tre confronti prima di oggi; l’ultimo precedente risale alla stagione scorsa, quando i rosanero regolarono i padroni di casa per 2-0 con reti di Valente e Saraniti. Il Palermo arriva a questo confronto esterno con un punto di distacco in classifica rispetto alla Juve Stabia, e pronto a non farsi scappare l’occasione per superare i gialloneri in graduatoria.

Filippi, per provare a scalfire la retroguardia campana, si affida nuovamente ad Andrea Silipo dal primo minuto, dopo l’ottima prestazione contro il Campobasso; il reparto offensivo è completato da Fella e Brunori. Alle loro spalle agisce un centrocampo formato da Doda, Dall’Oglio, De Rose e Valente, mentre in difesa, davanti a Pelagotti, la linea a tre è formata da Buttaro, Perrotta e Marconi. Gli avversari rispondono con un 4-2-3-1 con Evacuo terminale offensivo.

PRIMO TEMPO

Pronti via, dopo soli due minuti Brunori prova una conclusione dall’interno dell’area di rigore, ma la palla finisce di poco alta sulla traversa; il centravanti, comunque, si trovava in posizione irregolare. Altra conclusione dal limite dell’area al minuto 4, ad effettuarla è Valente ma la mira è imprecisa. Tre minuti più tardi Silipo ha un occasione su calcio di punizione, ma anche in questo caso il pallone finisce alto. Ancora Brunori protagonista al decimo minuto, quando di poco defilato sulla destra non riesce a centrare la porta da pochi metri. Le vespe provano a farsi vedere sporadicamente ma in maniera poco incisiva, trovando un Palermo attento nella fase difensiva. Al minuto 17 ci prova Fella con una conclusione deviata in corner. Al 21esimo i campani riescono a mettere una palla al centro dell’area, sulla quale però Evacuo non riesce ad intervenire. Poco dopo la mezz’ora ancora Brunori protagonista con un assist per Silipo, che prova un tocco dal limite dell’area, ottenendo solamente un calcio d’angolo. Al 40esimo Donati dalla destra mette una palla in mezzo ma Marconi è attento e sventa la minaccia. Poi, due minuti dopo, è Valente a provarci dal limite dell’area, ma la conclusione viene parata agevolmente da Sarri. Ancora pericolosa la Juve Stabia per due volte in pochi minuti, nuovamente con un cross di Donati sventato da Buttaro e poi con Panico che cicca clamorosamente un pallone dall’interno dell’area di rigore. A Castellammare di Stabia nel primo tempo a regnare è l’equilibrio. Si va al riposo con il risultato di 0-0.

SECONDO TEMPO

Inizia la ripresa con un cambio nelle fila rosanero, con Luperini in campo al posto di Dell’Oglio. Dopo sette minuti dall’avvio della ripresa ci prova Silipo con il suo piede mancino, ma la conclusione è lenta e di facile lettura per Sarri. Cambi anche in casa Juve Stabia, con Eusepi che subentra ad Evacuo nel reparto offensivo ed Esposito che prende il posto di Caldore; prima dell’ora di gioco anche Berardocco per Squizzato. La girandola di cambi prosegue anche in casa Palermo, con l’ingresso di Floriano per Fella. È proprio uno dei nuovi entrati, Eusupi, a rendersi protagonista al 60′ con un tiro che finisce a lato; nell’azione successiva ci prova Rizzo, ma Pelagotti si distende in tuffo e agguanta la sfera. Al minuto 68 si vede il Palermo, cross di De Rose e conclusione di Floriano, potente ma imprecisa. Stesso esito due minuti più tardi per Brunori, che con un tiro rasoterra dal limite dell’area lambisce il palo alla destra di Sarri; è l’ultima opportunità per l’attaccante di proprietà della Juventus, che al 71′ lascia il posto a Soleri. Al minuto 78 ci prova Berardocco con un tiro da fuori che sorvola la porta difesa da Pelagotti. Non va meglio poco dopo a Luperini, che colpisce malamente dal limite dell’area. Nel Palermo dieci minuti di gioco anche per Giron, che entra al posto di un acciaccato Silipo. I rosanero finiscono la partita in dieci uomini per l’espulsione di Buttaro, per un brutto intervento a piedi uniti su Altobelli. Occasionissima nel finale per la Juve Stabia, quando Stoppa conclude a botta sicura dal centro dell’area, ma Pelagotti salva la porta rosanero. Al “Menti” la partita termina a reti bianche. Juve Stabia che sale a 11 punti, in settima posizione. Un punto in meno per il Palermo, in nona piazza.

Potrebbero interessarti