Home Dal resto della Sicilia Erice, il borgo dell’amore: residenti e turisti “obbligati” a baciarsi

Erice, il borgo dell’amore: residenti e turisti “obbligati” a baciarsi


Pippo Maniscalco

Nel giardino davanti le Torri del Balio di Erice ci saranno dei cartelli che “obbligheranno” a baciarsi chi si trova nei paraggi

Erice si candida per diventare il borgo dell’amore. Nei prossimi giorni saranno installati nel giardino davanti le Torri del Balio, uno dei luoghi più suggestivi e scenografici della Vetta, dei cartelli che “obbligheranno” chiunque si troverà a passeggiare in quel giardino, che già di suo à molto romantico, a baciarsi. Ci sarà proprio scritto, appunto, “Obbligo di baciarsi”. L’iniziativa è stata lanciata dall’amministrazione comunale di Erice, guidata dalla sindaca Daniela Toscano, che all’interno dei Giardini del Balio installerà, tra pochi giorni, tanti cartelli dedicati a chi si ama. Saranno rotondi, lo sfondo azzurro, e due figure a pochi centimetri da un bacio con una rosa rossa al centro. E ci sarà la scritta,, in italiano e in inglese, “Città di Erice – Obbligo di baciarsi. Kiss please”.

IL GIARDINO DEL BALIO

L’invito al bacio sarà esteso in tutto il borgo. Ma per iniziare è stato scelto il Giardino del Balio, nn monumento naturale, fatto costruire ad Erice nel 1872 dal conte Agostino Sieri-Pepoli. Oltre ad aiuole molto curate, ci sono terrazzamenti, padiglioni gotici e affacci su panorami di infinita bellezza naturalistica. Con vista sulle saline, sulle isole Egadi, sullo Stagnone e sull’agro ericino. Dal lato opposto si vedono i monti dello Zingaro e monte Cofano.

UN INVITO PER GLI ERICINI ED I TURISTI

La sindaca di Erice,  Daniela Toscano Pecorella ha detto: «Il nostro è anzitutto un messaggio e un invito all’amore avulso dai pregiudizi, oltre che un ulteriore attestato di unicità a un luogo. L’iniziativa non è soltanto indirizzata ai cittadini di Erice, ma anche ai turisti che visiteranno il nostro meraviglioso borgo. Molti ne approfitteranno per scattare selfie sotto il cartello, con lo sfondo del meraviglioso panorama e chissà che, quando il Covid sarà un ricordo, l’invito al bacio non possa far nascere un nuovo amore». Questa iniziativa è stata adottata anche in altri comuni d’Italia. Come, a Terrasini, nel 2019. Sono comuni che, come Erice, possono vantare un panorama suggestivo e romantico. È un segnale che invita a baciarsi, un invito ad amarsi, per suggellare un momento magico in un luogo incantato.

Potrebbero interessarti