Home SportCalcio Fantacalcio, turnover post coppe? i consigli su chi schierare alla sesta giornata

Fantacalcio, turnover post coppe? i consigli su chi schierare alla sesta giornata


Michele Cusumano

Campionato, coppa, e poi di nuovo campionato: un tour de force che obbliga allenatori e fanta-allenatori a scelte a volte forzate

fantacalcio

Il turno di campionato dopo le coppe europee è sempre un rebus, non solo per gli allenatori ma anche per i fanta-allenatori. Come si sa, infatti, gli impegni ravvicinati delle squadre di A, tra campionato e competizioni europee, finiscono per condizionare inevitabilmente le scelte dei tecnici per le successive gare, a discapito anche della titolarità di alcuni big. Tra questi, nel turno di campionato alle porte, potrebbero rifiatare Giroud e Abraham, ad esempio, con buona pace di chi li ha in rosa, in favore di Origi e Belotti.

E poi, a proposito di bomber, ci si mettono pure gli infortuni, come quello capitato ad Oshimen, che costringerà Spalletti a virare su uno tra Simeone e Raspadori. Dubbi, questi ed altri, che attanagliano la mente dei milioni di giocatori di fantacalcio d’Italia, ai quali proviamo a consigliare le scelte migliori da adottare anche per la sesta giornata. 

PORTIERI AL FANTACALCIO: NIENTE TURNOVER PER I NUMERI 1

Il ruolo del portiere è l’unico che non risente di rotazioni forzate, per fortuna dei fantallenatori. Nella Juve, contro lo Spezia, in attesa del ritorno di Szczesny sarà ancora il turno di Perin, da schierare contro la Salernitana allo Stadium. Stesso discorso vale per Meret, in un Napoli che, sulle ali dell’entusiasmo dopo la travolgente vittoria contro il Liverpool, sfiderà in casa lo Spezia.  Partita un po’ più ostica per l’Inter, a San Siro contro il Torino: Handanovic però, nonostante la non perfetta performance nel derby, va comunque schierato.

Stesso discorso vale per Maignan in Samp-Milan e per Musso in Atalanta-Cremonese, numeri uno che non temono rivali in questo turno. Tra i consigli “meno gettonati” mettiamo invece Skorupski: al netto della scossa emotiva data dall’esonero di Mihajlovic, il Bologna ha una buona occasione di far bene contro una Fiorentina stanca dalle fatiche di coppa: l’occasione è ghiotta per schierare il portiere polacco. 

DIFENSORI

Tra i difensori delle big c’è l’imbarazzo della scelta, nonostante il possibile turnover. Soprattutto nell’Inter, che non ha una grande varietà di alternative nel pacchetto arretrato, e dovrebbe schierare i soliti noti: Bastoni, De Vrij e Sriniar. Il nome su cui puntare forte è piuttosto quello di Dimarco: con Gosens ancora in rodaggio, toccherà a lui con ogni probabilità garantire la spinta che serve sulla corsia mancina.  Anche il Napoli non dovrebbe cambiare più di tanto: Kim e Di Lorenzo le migliori scelte contro lo Spezia. Possibile invece una rotazione nel Milan, con Kjaer che dovrebbe avere la sua seconda chance da titolare in campionato, permettendo a Tomori o Kalulu di rifiatare. Nell’Atalanta occhio a Zappacosta: dopo tanta alternanza in fascia sinitra, contro la Cremonese dovrebbe partire lui da titolare. 

E poi c’è Bologna-Fiorentina: gli emiliani, in cerca della prima vittoria stagionale, si affideranno alle sgroppate di De Silvestri sulla fascia destra, e di Lykogiannis sulla sinistra: due “motorini” che potrebbero essere decisivi anche in termini di bonus. Nell’Udinese, che giocherà a Sassuolo, non si può rinunciare al leader della difesa friulana: Rodrigo Becao ha mostrato tanta sicurezza nelle ultime uscite, e non perde mai il vizietto del gol su palla inattiva. Empoli-Roma? Mourinho e i suoi devono rialzare la testa, dopo la batosta in Europa. Per farlo si affideranno anche agli esterni Spinazzola e Karsdorp, contro l’Empoli non brillante di questo inizio stagione. 

FANTACALCIO: CENTROCAMPISTI DA SCHIERARE ALLA SESTA

A centrocampo la “porta aperta” si può sfondare, in tutti i sensi, schierando Zielinski e Koopmainers:  Napoli-Spezia e Atalanta-Cremonese sono partite ad hoc per fare continuare a risplendere il talento dei due centrocampisti, in grande forma in questo inizio di stagione. Tra i partenopei, tuttavia, non si può non considerare Kvaratskhelia, vero crack del mercato di ADL. In Empoli-Roma toccherà invece a Pellegrini, romano doc, trascinare la squadra verso il successo, dopo due KO di fila tra campionato e coppa.

Nel Milan, la squadra che probabilmente cambierà di più in assoluto rispetto al derby, il nome che non ti aspetti è quello di Pobega: sarà lui, con ogni probabilità, a fare rifiatare Bennacer in mediana, e chissà anche che non ci scappi qualche bonus “da inserimento”. Nella Fiorentina, che affronterà il Bologna, tornerà Jack Bonaventura: uno di quelli che se ce l’hai, lo metti sempre. A lui e Barak, autore del gol viola in Conference, il compito di riscattare l’amaro pareggio contro il Riga. Ricordiamoci però che anche Sottil è un “C”, al fantacalcio, pur giocando nel tridente offensivo. Lecce-Monza è aperta a qualunque risultato: la squadra di Stroppa, tuttavia, ancora a zero punti, non può più sbagliare: per farlo si affida alla classe dei suoi centrocampisti, tra tutti i veterani Sensi e Pessina. 

SONO “C” MA GIOCANO IN ATTACCO: LE OCCASIONI DA NON PERDERE

Lazio-Verona? sarebbe facile dire Milinkovic-Savic, seppur troppo scontato. La vera forza al fantacalcio della squadra di Sarri è piuttosto il tridente offensivo: due su 3, l’altro è Immobile, sono C ma punte a tutti gli effetti. Parliamo ovviamente di Zaccagni e Felipe Anderson, mine vaganti foriere di bonus da mettere sempre. Identico discorso vale per la Juventus: da una parte Kostic, dall’altra Cuadrado, in casa contro la Salernitana (seppur in forma), c’è da non pensarci proprio a lasciarli fuori. Infine in Sassuolo-Udinese, un Pereyra come quello visto contro la Roma, sarebbe un delitto non schierarlo, ma occhi aperti anche su Lovric, apparso in grande crescita e autore di una delle reti che hanno schiantato la squadra di Mourinho. 

ATTACCANTI

Certi attaccanti non puoi mai permetterti di non inserirli nella tua formazione del fantacalcio, poi quando i match appaiono in discesa la decisione è semplice. Parliamo in particolare di Vlahovic, Immobile e Lautaro Martinez, rispettivamente contro Salernitana, Verona e Torino. Occhio anche a Dzeko, in gol nel derby e proiettato già a ripetersi al cospetto degli Juric boys.  Tra i big, come detto, mancherà Oshimen, una bella occasione per schierare Simeone o Raspadori (favorito il primo sul secondo).

In Atalanta-Cremonese, se si ha Muriel in rosa, si deve schierare: potrebbe non partire dal primo minuto, ma se sta bene di certo sarà in grado di fare la differenza, come sempre. Nel Milan, con ogni probabilità, toccherà a Origi portare il peso dell’attacco, da provare. In Empoli-Roma i capitolini avranno in Belotti una valida alternativa, per giocare dall’inizio o subentrare ad Abraham a partita in corso. Dybala? che ve lo diciamo a fare.

Tra le punte “di fascia minore”, e mica tanto,  Arnautovic è sempre una garanzia a cui anche in questa giornata è lecito affidare le chiavi del proprio attacco,  in casa contro la Fiorentina. Ma tanta attenzione è da riservare anche a Ceesay del Lecce: favorito nel ballottaggio con Colombo, ha voglia di realizzare il suo secondo gol in campionato, contro un Monza non di certo irreprensibile in difesa. Infine Sassuolo-Udinese, Pinamonti contro Beto, senza dimenticare Deulofeu: una sfida che può regalare tante gol ed emozioni, con annessi bonus da leccarsi i baffi. 

 

 

 

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti