Home Dal mondo Francia, l’ira di Macron: «Voglio rompere le scatole ai non vaccinati»

Francia, l’ira di Macron: «Voglio rompere le scatole ai non vaccinati»


Pippo Maniscalco

«I no vax? ho molta voglia di rompergli...», ha detto Macron, usando volutamente l’espressione colloquiale "emmerder". «Non sono più dei cittadini»

Il presidente della Francia Emmanuel Macron ha dichiarato guerra ai cosiddetti “no-vax”. In un’intervista pubblicata sul quotidiano Le Parisien, rispondendo a una domanda ha detto: «Io non voglio mai rompere le scatole ai francesi. Per questo protesto tutto il giorno con l’amministrazione quando mette ostacoli. E invece, con i non vaccinati, ho tanta voglia di rompere le scatole. E quindi continueremo a farlo, fino alla fine. Questa è la strategia». Parole durissime che sconvolgono la politica francese e provocano la sospensione del dibattito all’Assemblea sull’introduzione del pass vaccinale.

«IN DEMOCRAZIA I NEMICI SONO LE BUGIE E LA DABBENAGGINE»

«I no vax? ho molta voglia di rompergli…», ha detto Macron, usando volutamente l’espressione colloquiale «emmerder». «In democrazia, il principale nemico sono le bugie e la dabbenaggine», ha continuato il presidente, promettendo di essere determinato ad accerchiare i non vaccinati con la trasformazione del pass sanitario in pass vaccinale riservato solo a chi è immunizzato. «Mettiamo pressione sui non vaccinati limitando per loro, per quanto possibile, l’accesso alla vita sociale», ha spiega Macron, definendo «irresponsabili» i no vax: «Non sono più dei cittadini». Ed ha messo in chiaro: «Io non voglio certo “emmerder” i francesi… ma ai non vaccinati ho molta voglia di rompere le scatole. E continueremo a farlo fino alla fine».

TANTE LIMITAZIONI PER I NO-VAX

«D’altra parte ─ ha spiegato infine il presidente Macron la quasi totalità delle persone, oltre il 90%, hanno aderito. E’ una piccolissima minoranza che è refrattaria. E come si fa a ridurla? La si riduce, scusate l’espressione, rompendogli ancora di più le scatole Non li metto in carcere, non li vaccino a forza. Diciamo loro: a partire dal 15 gennaio, non potrete più andare al ristorante, non potrete più andare a bere un bicchiere di vino, un caffè, non potrete più andare a teatro né al cinema…».

LE OPPOSIZIONI: «INDEGNO DELLA SUA FUNZIONE»

Sia da destra che da sinistra, le sue parole hanno scatenato la reazione delle opposizioni. Su Twitter Marine Le Pen, candidata del partito di estrema destra Rassemblement National ha scritto: “Un presidente non può dire queste cose. Il garante dell’unità della nazione si ostina dividere e vuole fare dei non vaccinati cittadini di seconda classe. Emmanuel Macron è indegno della sua funzione. In aprile sarò la presidente di tutti i francesi”. Mentre il suo concorrente alla leadership della droit francese, Eric Zemmour, ha promesso che, una volta eletto presidente “non romperà ai francesi” e parla di “dichiarazione cinica”, una “crudeltà esibita, davanti a francesi disprezzati”.

Potrebbero interessarti