Home Dall'Italia Gratta e Vinci, crede di aver vinto e picchia tabaccaio: interviene polizia

Gratta e Vinci, crede di aver vinto e picchia tabaccaio: interviene polizia


Redazione

Nemmeno l'arrivo degli agenti ha potuto inizialmente placare la signora, che temeva che l'esercente volesse truffarla.

gratta e vinci

Una storia singolare giunge dall’Abruzzo, figlia probabilmente di quanto accaduto a Napoli qualche mese fa, quando un tabaccaio ha rubato ad una cliente un biglietto vincente del Gratta e Vinci.

Una sessantenne di Avezzano, infatti, qualche giorno fa si è presentata in tabaccheria convinta di aver vinto, ma in realtà non era così. Temendo però che il tabaccaio volesse truffarla, la donna non ha minimamente creduto alle sue parole. Così, mentre l’uomo le spiegava che quello che aveva in mano non era il biglietto vincente, la donna ha reagito aggredendolo e picchiandolo.

Il malcapitato altro non ha potuto fare che chiamare la polizia. Tuttavia, stando a quanto riporta AbruzzoLive, nemmeno l’arrivo degli agenti avrebbe inizialmente tranquillizzato la signora. I poliziotti alla fine sono però riusciti a chiarire la situazione e calmare gli animi. Non si sa se il tabaccaio abbia querelato o meno la cliente.

Gratta e Vinci rubato a Napoli

Nella sua accesa reazione, la donna abruzzese potrebbe esser stata condizionata da quanto ascoltato sulla vicenda napoletana? Possibile. Lo scorso settembre, infatti, il titolare di una ricevitoria aveva sottratto ad una 69enne il Gratta e Vinci fortunato con la scusa di controllarlo. Aveva poi tentato la fuga e preparato il suo trasferimento alle Canarie. Prima di partire aveva depositato il tagliando vincente in una cassetta di sicurezza di una banca di Latina.

Un piano che si è rivelato assurdo e che ha portato all’arresto dell’uomo, accusato di furto pluriaggravato. La signora derubata è infine riuscita a riscuotere quanto aveva vinto.

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti