Home Dall'Italia Gravi ustioni per un neonato di quattro giorni: forse lavato con candeggina

Gravi ustioni per un neonato di quattro giorni: forse lavato con candeggina


Pippo Maniscalco

Un neonato nato quattro giorni fa in casa da una coppia affetta da disturbi psichici è stata ricoverata in ospedale con ustioni

palermo

Dopo un parto tra le mura domestiche, un neonato è finito in ospedale con gravi ustioni sul corpicino Inizialmente si era pensato a lesioni da parto, ma dai controlli effettuati dai medici dell’ospedale Santobono di Napoli, si tratterebbe invece di ustioni dovute forse ad un lavaggio con la candeggina. È una vicenda è accaduta in una casa di Portici, nel Vesuviano. Il neonato è venuto alla luce quattro giorni fa, dopo un parto prematuro.

I GENITORI ARRESTATI

I carabinieri di Portici hanno arrestato nella notte i genitori del neonato trasportato ieri sera al Pronto Soccorso con ustioni su tutto il corpo, causate forse, come detto, da acqua bollente o da candeggina. I due, Concetto Bocchetti, 46 anni, e Alessandra Terracciano, 36 anni, sono accusati di maltrattamenti in famiglia con lesioni gravi e abbandono di minore. Erano da tempo all’attenzione del Tribunale per i minorenni di Napoli, ed erano stati seguiti prima dai servizi sociali del Comune di Napoli. Poi, dopo il trasferimento, avvenuto nel settembre scorso, anche da quelli di Portici,

GRAVIDANZA NASCOSTA

Forse per questo motivo la coppia aveva nascosto la gravidanza. Per timore di perdere l’affidamento del bambino, visto che già avevano già perso la patria potestà di altri due figli. A chiamare i soccorsi, ieri, era stato il padre. I paramedici, arrivati nell’appartamento di via Diaz, a Portici, hanno trovato la donna e il neonato in condizioni precarie. Lei aveva partorito in casa quattro giorni prima, da sola. Il neonato aveva riportato delle lesioni da parto che non erano state mai medicate, e inoltre presentava anche delle ustioni sul corpo..

Trasportato all’ospedale pediatrico Santobono è stato sottoposto ad una operazione chirurgica d’urgenza. Attualmente si trova ricoverato in prognosi riservata. Anche la madre 36enne è stata ricoverata: i carabinieri le hanno notificato l’arresto nel reparto Psichiatria dell’ospedale Loreto Mare.

Potrebbero interessarti