Home Eventi e spettacolo Palermo, al via il progetto “House of Us” della regista Irina Brook

Palermo, al via il progetto “House of Us” della regista Irina Brook


Marianna La Barbera

In programma dal 29 settembre al 3 ottobre, nei locali della Fondazione Sant'Elia

Apre al pubblico il progetto “House of Us” della regista franco-ingleseIrina Brook, tra le stanze del settecentesco Palazzo Sant’Elia.
Dal 29 settembre al 3 ottobre, nella sede dell’omonima Fondazione in via Maqueda a Palermo, ogni ora a partire dalle 16:30 e fino alle 21:30, sarà possibile partecipare a un’ esperienza catartica, che lo spettatore vivrà in condivisione con gli allievi della Scuola di recitazione e professioni della scena del Teatro Biondo.
Insieme ai partecipanti, l’attore Geoffrey Carey nello scenario di una casa simbolica, nella quale prendono forma i ricordi, le passioni e i sogni di una famiglia di teatranti.

UN “SOGNO” TEATRALE CHE RACCONTA IRINA

Nel percorso intimo e suggestivo, immaginato dalla regista nelle stanze del Palazzo, si snodano ambienti, racconti, atmosfere rarefatte e fortemente suggestive.
Come tanti tasselli di un mosaico, narrano la vita personale e professionale dell’artista, a partire dal rapporto con il padre, il grande regista Peter Brook.
Altrettanto intenso è il racconto del dolore per la morte della madre, l’attrice Natasha Parry, scomparsa nel 2015.
Da un lato, la solitudine e l’isolamento e, dall’altro, la necessita’ di condivisione, la fiducia irremovibile dell’artista verso l’umanità e la sete di contatto.
Sentimenti ed emozioni che si intrecciano in un momento storico del tutto eccezionale.

UN PROGETTO CHE SI CONCRETIZZA A PALERMO

Irina Brook non nasconde “la meraviglia nel vedere la prima materializzazione del progetto a Palermo”.
“In una location – afferma la regista – così unica e straordinaria come Palazzo Sant’Elia”.
“House of Us” è, come racconta lei stessa, un progetto cresciuto giorno dopo giorno nella sua mente e nel suo cuore negli ultimi tre anni.
“O forse – aggiunge – per tutta la mia vita, e sono entusiasta di iniziare finalmente a realizzarlo, grazie al supporto di Pamela Villoresi e del suo team al Teatro Biondo“.
“La Fondazione Sant’Elia con la Citta’ metropolitana – afferma il sindaco Leoluca Orlando – continua dunque la propria attività di promozione culturale e artistica e di attrattività internazionale”.
“La conferma – conclude il primo cittadino, che è anche presidente della Fondazione -arriva proprio dal Teatro Biondo e dalla presenza a Palermo di Irina Brook”.

Potrebbero interessarti