Home Dall'Italia Il 14enne che ha accoltellato il compagno di scuola: “Ero stanco di essere sempre deriso”

Il 14enne che ha accoltellato il compagno di scuola: “Ero stanco di essere sempre deriso”


Redazione PL

L'interrogatorio del 14enne che ha accoltellato un compagno di scuola a Capoterra è durato circa 9 ore. Nelle settimane precedenti all’accoltellamento c'era un clima di tensione fra i due

Il 14enne che a Capoterra, in provincia di Cagliari, ha accoltellato un suo compagno di scuola con un coltello da cucina, avrebbe detto ai carabinieri: “Ero stanco di essere sempre deriso“. Ora dovrà rispondere di tentato omicidio e si trova presso il carcere minorile di Quartucciu, sempre in provincia di Cagliari. Intanto lo studente di 15 anni accoltellato non è ancora fuori pericolo, ma l’operazione è andata bene e i medici sono ottimisti. Il ragazzo è tenuto in coma farmacologico nel reparto di Cardioanestesia dell’ospedale Brotzu di Cagliari, dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico per l’applicazione di uno stent a una arteria del collo lesionata dal fendente.

Nelle settimane precedenti all’accoltellamento c’era tensione fra i due

Il 14enne che lo ha aggredito ha trascorso la prima notte nel carcere minorile di Quartucciu, dove è stato trasferito con l’accusa di tentato omicidio. «Il mio assistito è molto provato e scosso. È una tragedia per tutti i protagonisti di questa vicenda», ha detto l’avvocato Piergiorgio Piroddi che lo difende e che era con lui nella caserma di Capoterra, mentre i carabinieri lo sentivano per ricostruire quanto accaduto all’esterno della scuola. Da quanto emerge, è venuto fuori un clima di bullismo,  e nelle settimane precedenti all’accoltellamento c’era un clima di tensione fra i due protagonisti, aggressore e vittima. Il giorno dell’accoltellamento, all’uscita dalla scuola. il 14enne avrebbe detto al compagno: “Vieni che ti faccio vedere cosa ho nello zaino”, attirandolo sul luogo dell’aggressione, una panchina accanto alla fermata dell’autobus. 

Ieri gli investigatori dell’Arma hanno ascoltato studenti e docenti della scuola Sergio Atzeni, per individuare un possibile movente. L’ipotesi che si è fatta avanti è quella del bullismo. I testimoni hanno detto agli inquirenti, come riportato dal ‘Corriere della sera’: “Erano seduti su una panchina, vicino alla fermata dell’autobus, sembrano tranquilli, chiacchieravano. Ma a un tratto lui ha tolto fuori dallo zainetto il coltello. Un colpo solo“. L’aggressore è nel carcere minorile di Quartucciu, accusato di tentato omicidio

Foto Ansa

CONTINUA A LEGGERE

Studente di 14 anni accoltellato dal compagno all’uscita da scuola, è in pericolo di vita

Potrebbero interessarti