Home Catania Live Incendio palazzo di 13 piani a Palermo: la causa non è una fuga di gas

Incendio palazzo di 13 piani a Palermo: la causa non è una fuga di gas


Redazione PL

La nota di MAG Energia, che chiarisce le dinamiche della serata del 19 marzo e le cause del rogo

incendio

Non sarebbe stata una fuga di gas a causare l’incendio verificatosi a Palermo, nella serata di sabato, in via Maurizio Ascoli. A renderlo noto è AMG Energia, che con una nota ufficiale smentisce quanto si era inizialmente detto sull’origine del rogo che ha riguardato un palazzo di tredici piani.

“Non risulta che sia stata una perdita di gas ad innescare l’incendio scoppiato sabato sera in un palazzo di via Maurizio Ascoli. Nessuna indicazione in merito è arrivata dagli interventi eseguiti in urgenza dagli operatori di AMG Energia per eliminare il pericolo, dato che le fiamme hanno danneggiato gli impianti di distribuzione del gas, né tantomeno è stata fornita dai vigili del fuoco, al lavoro sabato per spegnere l’incendio”. Così si legge nel comunicato.

Incendio in via Ascoli

Nella serata di sabato, 19 marzo, una squadra del servizio Pronto Intervento gas della partecipata è immediatamente intervenuta sul post, a seguito della segnalazione del comando dei vigili del fuoco.

Gli operatori di AMG hanno constatato che le fiamme stavano bruciando materiale e attrezzature depositate nello spazio esterno di una villetta al piano rialzato dell’edificio, con accesso da via Sebastiano La Franca. Le fiamme hanno coinvolto anche gli impianti di distribuzione del gas, danneggiandoli. In particolare, le fiamme e il calore hanno danneggiato il misuratore gas, presente nello spazio esterno della villetta. Fusi dunque i raccordi di collegamento, si è generata una perdita di metano. Interrotta dunque l’erogazione del gas, la squadra ha messo in sicurezza la colonna montante dell’edificio. Spente, con i vigili del fuoco, le fiamme divampate sul contatore della villetta.

Adesso sono in corso le attività per riattivare la distribuzione di gas nelle colonne montanti dell’edificio, ad eccezione di quella danneggiata dall’incendio. Su questa si procederà alle opportune attività di verifica, con sostituzione dei contatori e degli impianti che hanno subito danni.

INCENDIO IN UN PALAZZO DI 13 PIANI A PALERMO: GUARDA QUI LE FOTO

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti