Home Dall'Italia Librandi su Meridionali, Lega: “Frasi intollerabili, esposto in procura”

Librandi su Meridionali, Lega: “Frasi intollerabili, esposto in procura”


Francesca Catalano

Lega pronta a presentare esposto in procura

Librandi

Le frasi dichiarate ieri dal deputato di Italia Viva, Gianfranco Librandi hanno scatenato parecchie reazioni, soprattutto in campo politico. Librandi, durante il suo intervento a La Zanzara ha spiegato la sua teoria sul Covid e sulla popolazione africana, sostenendo che i Meridionali sono più resistenti, in quanto “africani bianchi”

“A nostro parere le frasi pronunciate dal deputato dell’Idv, eletto nelle liste del Pd, sono intollerabili e fortemente lesive della dignità dei meridionali. Per questa ragione presenteremo un esposto in procura affinché la Magistratura valuti se, nelle parole del deputato di Saronno, si ravvedano reati.” A dichiararlo sono il deputato regionale della Lega all’Assemblea Regionale Siciliana Vincenzo Figuccia, ed il Capogruppo a Palazzo delle Aquile Igor Gelarda.

FRASI DAL TONO DISCRIMINATORIO

Per i due esponenti leghisti “si tratta di frasi dal tono discriminatorio, tanto nei confronti dei meridionali che nei confronti degli africani, con una distinzione genetica collegata al Covid che non ha nessun riscontro nel mondo scientifico. Noi Siciliani non siamo africani bianchi, come ha detto Librandi per i calabresi e i meridionali, ma siamo orgogliosamente europei e italiani. Con una nostra cultura e delle nostre tradizioni di cui andiamo orgogliosi e che sono frutto di secoli di storia”.

“Pur con il massimo rispetto per la cultura degli altri paesi e degli altri continenti, che hanno tutti pari dignità. E proprio da Leghisti siamo orgogliosi di rivendicare la nostra origine siciliana e meridionale. Immaginatevi se a pronunciare queste frasi fosse stato Salvini o qualsiasi appartenente alla Lega, certamente si sarebbe scatenato un putiferio. Mentre siccome è stato un esponente di Idv è calato il silenzio quasi assoluto”, concludono Figuccia e Gelarda.

Potrebbero interessarti