Home Salute e benessere Lunedì il via alla terza dose, e forse Green pass per tutti i lavoratori

Lunedì il via alla terza dose, e forse Green pass per tutti i lavoratori


Pippo Maniscalco

Giovedì consiglio dei ministri che deciderà sul Green pass. Intanto già è certo che con la terza dose si inizia lunedì

Le somministrazioni della terza dose di vaccino partiranno lunedì 20 settembre. La decisione è stata presa nel corso di una riunione tra il ministro della Salute, Roberto Speranza e il commissario straordinario Covid-19, Francesco Paolo Figliuolo. Saranno di conseguenza aggiornati i sistemi informatici per l’avvio delle somministrazioni su tutto il territorio nazionale, e verranno rese disponibili dosi addizionali dei due vaccini a m-RNA, quindi Pfizer e Moderna.

SI COMiNCERÀ DAI SOGGETTI IMMUNOCOMPROMESSI

Secondo quanto si apprende, sono circa tre milioni gli italiani immunocompromessi ai quali per primi sarà somministrata la terza dose di vaccino anti-Covid. Tra loro pazienti trapiantati, oncologici e con patologie autoimmuni. Subito dopo, ha spiegato il ministro della Salute nei giorni scorsi, si procederà con gli altri soggetti fragili, gli ospiti delle Rsa e gli ultraottantenni. Nel suo parere, il Comitato tecnico scientifico ha sottolineato che è «raccomandabile» la terza dose «nei soggetti trapiantati, e, più in generale, in quelle categorie di soggetti connotati da significativa alterazione della funzionalità del sistema immunitario per cause legate alla patologia di base o a trattamenti farmacologici determinanti marcata compromissione della risposta immunitaria».

ALLARGATO L’USO DEL GREEN PASS

Questa settimana è decisiva per il prossimo decreto del governo che amplierà ancora l’uso del Green pass. Giovedì il premier Mario Draghi riunirà il Consiglio dei ministri, che, con ogni probabilità, sarà preceduto da una cabina di regia. La prima decisione che dovrebbe essere presa sarà l’obbligo del Green pass esteso a  tutti i  lavoratori del pubblico impiego, delle società partecipate dallo Stato, per i tribunali e per gli organi costituzionali. Questo sarebbe il primo passo per arrivare all’obbligo del certificato verde anche per tutti i lavoratori privati.

VERSO IL GREEN PASS ANCHE PER I LAVORATORI PRIVATI

Dopo le forti resistenze del leader della Lega Matteo Salvini, il premier Draghi sembra abbia trovato la sintesi sull’estensione dell’obbligo del Green pass anche verso i lavoratori privati. Fondamentale l’apertura del ministro allo Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, che, prendendo le distanze dal leader Matteo Salvini, ha detto: «Credo che si andrà verso un’estensione, senza discriminare nessuno, per tutti i lavoratori. L’esigenza delle aziende private è di avere la sicurezza».

Potrebbero interessarti