Home Salute e benessere Midollo osseo, allarme di un medico: “Da circa 2 anni donazioni dimezzate”

Midollo osseo, allarme di un medico: “Da circa 2 anni donazioni dimezzate”


Francesca Catalano

Il trapianto di midollo osseo rappresenta spesso l’unica opzione terapeutica per pazienti colpiti da leucemie, talassemie, linfomi, mielomi o malattie rare

midollo osseo

In Italia, in seguito alla pandemia da Covid-19, le nuove iscrizioni al Registro italiano donatori midollo osseo si sono oltre che dimezzate. Stiamo assistendo ad uno storico picco di donazioni.

Fra le altre cose, purtroppo, fra i giovani non c’è abbastanza consapevolezza su quanto possa essere fondamentale per gli altri arricchire la schiera dei donatori. (Per essere un donatore bisogna avere un’età compresa tra i 18 e 35 anni, avere un peso corporeo di almeno 50 kg. Godere di buona salute). Solo 1 su 2 sa che esiste solo il 25% di probabilità di trovare un midollo osseo compatibile in famiglia. Appena il 15% conosce la bassissima probabilità di trovare un donatore compatibile tra gli estranei, ovvero lo 0,001% (1 persona su 100 mila), tutti gli altri credono sia molto più semplice rintracciarlo.

LA’LLARME DEL MEDICO CARDILLO

A lanciare l’allarme è il direttore del Centro Nazionale Trapianti, Massimo Cardillo, in un’intervista rilasciata ad Unomattina. “La pandemia ha avuto un impatto negativo. Quasi dimezzato il numero dei nuovi iscritti, l’anno scorso e quest’anno. Servono donatori”. Il trapianto di midollo osseo (anche se in realtà vengono trapiantate solo le cellule staminali emopoietiche) rappresenta spesso l’unica opzione terapeutica per pazienti colpiti da leucemie, talassemie, linfomi, mielomi o malattie rare.

COME SI DIVENTA DONATORI?

Quasi tutti possono diventare donatori di midollo osseo. Per entrare nel Registro nazionale dei donatori (collegato con quello internazionale) i requisiti sono:
– avere un’età compresa tra i 18 e i 35 anni
– avere un peso corporeo di almeno 50 chili
– godere di buona salute
Per iscriversi è necessario un primo screening con prelievo di saliva o di sangue per procedere con la tipizzazione, ovvero la caratterizzazione del profilo genetico, necessaria per verificare l’eventuale compatibilità con un paziente. Se non risultano controindicazioni si entra a far parte ufficialmente del Registro Ibmdr diventando potenziali donatori di midollo osseo. Nel registro si resta fino all’età di 55 anni. Il limite dei 55 anni, introdotto a tutela del donatore e del paziente, non vale per i donatori familiari, che possono donare anche se hanno un’età superiore.

COSA SI FA IN CASO DI COMPATIBILITA’?

La persona può essere contattata soltanto nel caso in cui venga accertata la compatibilità con un paziente. Di norma, quando si è ricontattati, vengono svolti ulteriori esami necessari anche a confermare l’assenza di controindicazioni cliniche alla donazione. Ciò non esclude comunque la possibilità di cambiare idea in corso d’opera e ritirare il proprio consenso al prelievo delle cellule staminali. La disponibilità, anonima e gratuita, non ha limiti geografici. Si può essere chiamati a donare anche per una persona che vive dall’altra parte del mondo, ma il prelievo viene comunque effettuato in strutture ospedaliere, autorizzate a svolgere questa attività, più vicine alla residenza del donatore. Sarà il personale sanitario a preoccuparsi di far giungere a destinazione le cellule prelevate, al fine di procedere al trapianto nel paziente interessato. 

LA SETTIMANA DEDICATA ALLA DONAZIONE DEL MIDOLLO OSSEO

Match It Now torna nelle piazze italiane dal 18 al 25 settembre 2021, per sensibilizzare i giovani tra i 18 e i 35 anni sulla donazione del midollo osseo e delle cellule staminali emopoietiche. In 180 piazze italiane, animate da eventi, attività e manifestazioni, sarà possibile ricevere tutte le informazioni sulla donazione e accedere direttamente al primo screening necessario all’iscrizione al Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo – IBMDR. Volontari, medici e personale sanitario del Servizio Sanitario Nazionale saranno a disposizione dei cittadini per rispondere ai principali dubbi sulla donazione.

L’iniziativa, patrocinata dal Ministero della Salute e dal CONI, è promossa dal Centro Nazionale Trapianti, dal Centro Nazionale Sangue, dal Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo, dalle Federazioni ADMO e ADOCES e dall’associazione Adisco.

Sul sito Match It Now è disponibile l’elenco completo degli eventi e delle piazze italiane coinvolte nella manifestazione, molte città illumineranno di rosso un monumento o una piazza per richiamare l’attenzione sul tema. Inoltre saranno disponibili sul sito anche i dati aggionati in tempo reale dei donatori che si iscriveranno al Registro nel corso della settimana.

Potrebbero interessarti