Home Dall'Italia Milano maglia nera per la criminalità organizzata, Oristano la più sicura

Milano maglia nera per la criminalità organizzata, Oristano la più sicura


Pippo Maniscalco

La classifica del Sole 24 Ore basata sul numero di denunce ogni centomila residenti pone in testa il capoluogo lombardo. Tra i capoluoghi di provincia seguono Bologna, Rimini e Prato, mentre l'ultimo, considerato il più sicuro, è Oristano

La classifica per indice di criminalità stilata dal Il Sole 24 Ore per numero di denunce in rapporto alla popolazione residente, va da Milano, la “capitale” delle denunce, a Oristano, la città più sicura. Quindi il capoluogo lombardo è primo per denunce, seguito da Bologna e Rimini. All’ombra della Madonnina, ogni 100.000 abitanti. vengono commessi 4.866 reati, con gli immigrati protagonisti nel 57 per cento dei casi. Furti con destrezza, furti in negozi, rapine, droga, violenze sessuali.

CRIMINALITÀ IN AUMENTO, ANCHE QUELLA ONLINE

In generale, dagli ultimi dati del dipartimento di Pubblica Sicurezza del ministero dell’Interno, nei primi sei mesi del 2021 presentati nell’indice di criminalità del Il Sole 24 Ore, emerge con forza la crescita degli illeciti online con ottocento reati informatici al giorno. Ma dopo la brusca flessione nei mesi di lockdown, anche ladri e rapinatori sembrano tornare in azione. Infatti sono aumentati i furti con strappo del 35%, e quelli di motocicli e di autovetture del 16%. Continua, invece, il calo dei furti in abitazione rispetto a due anni fa. Sale l’attenzione sulle violenze. Quelle sessuali risultano in crescita del 18% su base annua, con in media 13 denunce al giorno. E preoccupa poi l’aumento delle violenze urbane e delle risse, con 224 episodi di minacce e percosse ogni 24 ore.

SONO DATI CHE SI RIFERISCONO ALLE DENUNCIE PRESENTATE

Ma occorre tenere conto che i dati che concorrono a formare la classifica de Il Sole 24 Ore si riferiscono alle denunce presentate. Per quanto riguarda il sud, Foggia è la prima città per numero di chiamate alle forze dell’ordine in relazione alla popolazione che compare nella graduatoria generale. Ed è solo undicesima. Ma ciò non significa certo che tutti i criminali siano al nord. Anzi, la reticenza nel denunciare, per una sorta di “ce la vediamo noi senza la polizia”, affonda ancora radici solide in certi territori. Infetti viene fuori che a Napoli si denuncia meno che a Genova, a Palermo (26ª) meno che a Venezia (18ª), a Catanzaro meno che a Trieste e a Vibo Valentia meno che a Pavia. Questo giusto per farsi un’idea.

LE PRIME 40 POSIZIONI DE IL SOLE 24 ORE

Potrebbero interessarti