Home Cronaca di Palermo Musica abusiva e alcol a minori: sanzionati due locali in centro a Palermo

Musica abusiva e alcol a minori: sanzionati due locali in centro a Palermo


Redazione PL

All'interno di un locale c'erano numerosi avventori senza mascherina. Inoltre entrambi i locali occupavano in maniera abusiva il suolo pubblico.

centro

Sabato sera gli agenti della Polizia Municipale, in collaborazione con i Carabinieri della Stazione Palermo Centro, nell’ambito della Movida nel fine settimana, hanno controllato due locali, in via Dei Cassari e in Piazza Monte di Pietà, nel centro di Palermo. Gli agenti hanno elevato sanzioni per più di 8.000 euro.

In via dei Cassari, era in corso un evento con emissioni sonore e diffusione musicale amplificata all’aperto e l’intrattenimento musicale con consolle era gestito senza alcun titolo da un DJ.
Gli agenti hanno proceduto al sequestro amministrativo cautelare, con apposizione sigilli, di cinque
apparecchiature elettroacustiche musicali per 5 giorni. Immediatamente interrotto l’intrattenimento musicale abusivo, il titolare non disponeva della prescritta relazione fonometrica delle apparecchiature musicali in uso e la diffusione di musica all’esterno. Inoltre, il locale presentava evidenti carenze igienico sanitarie strutturali ed il titolare era privo del prescritto Piano di Auto Controllo HACCP. Per lui 4000 euro complessivi di verbale.

ALCOL A MINORI E SENZA MASCHERINA ALL’INTERNO DEL LOCALE

In piazza Monte di Pietà un locale era aperto al pubblico con la presenza di numerosi avventori; erano poste in vendita per asporto dopo le ore 20,00, per lo più illegalmente, bevande alcoliche e super alcoliche in bottiglie di vetro, somministrate prevalentemente a numerosi minori. Quest’ultimi tutti identificati. Per il gestore sanzioni di 500 euro e 333 euro. Inoltre il titolare non assicurava il rispetto della distanza interpersonale prevista dal decreto tra gli avventori e il personale e il rispetto dell’obbligatorietà dell’utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie (mascherine) nella struttura al chiuso. Tale mancanza ha portato le Forze dell’ordine a multare il gestore con 800 euro di verbale.

Segnalati all’Autorità giudiziaria e sanzionati per 346 euro entrambi i gestori poiché mantenevano arbitrariamente, invadendo e occupando, una consistente porzione di suolo pubblico, al fine di trarne profitto, con numerosi arredi ed attrezzature a servizio dell’attività, essendo la stessa porzione di suolo pubblico un bene culturale, la destinavano ad un uso incompatibile con il suo carattere storico-artistico e pregiudizievole per la sua conservazione ed integrità, deturpandola.

Inoltre, poiché sprovvisti della necessaria concessione di suolo pubblico, senza essersi conformati
al Regolamento Comunale, venivano sanzionati con verbali pari a 700 euro.
Al controllo dei documenti i gestori erano entrambi sprovvisti della prescritta SCIA sanitaria per
la somministrazione di alimenti e bevande all’esterno. Per tale motivo è scattata la multa di 1000
euro ciascuno, a tutti e due i locali.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Potrebbero interessarti