Home Eventi e spettacolo “Non sei sola”, a Palermo flash mob per la tutela dei diritti negati a donne e minori

“Non sei sola”, a Palermo flash mob per la tutela dei diritti negati a donne e minori


Redazione PL

I promotori invitano cittadine e cittadini, bambine e bambini a partecipare a un flash mob fotografico che caratterizzi la testimonianza e l' impegno a favore delle donne contro ogni forma di violenza

Si è svolta, alla presenza del Vice Sindaco Carolina Varchi, la conferenza stampa di un cartello di associazioni che si raccolgono spontaneamente attorno all’iniziativa del flash mob fotografico che in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne si svolgerà a Palermo presso la prima area dedicata al “valore delle donne contro ogni forma di violenza.

Durante la conferenza stampa, le associazioni hanno comunicato e invitato il Vice Sindaco Carolina Varchi, le associazioni, la cittadinanza a presenziare giorno 30 novembre 2022 ore 17:30 ai  cantieri culturali alla Zisa presso il CreZi Plus per inaugurare una “pietra di inciampo”.

L’ideatore dell’evento Emilio Corrao inizia ricordando che lo spazio verde fu inaugurato il 09 settembre 2021 in via autonomia siciliana 138 di Palermo e in occasione del compleanno di Emanuela Loi, prima donna poliziotta a morire per mano mafiosa in quella che fu a strage di via Mariano d’Amelio dove persero la vita Paolo Borsellino e i suoi agenti di scorta tra cui appunto Emanuela Loi. Nei giorni a seguire all’inaugurazione fino a qualche mese fa l’area verde purtroppo è stata oggetto di diversi raid vandalici anche contro i pannelli che richiamano e raccontano le cinque donne alle quali è stato loro dedicatolo spazio.

Donne simbolo che hanno dedicato la propria vita alla ricerca di verità e giustizia, all’impegno civile e sociale, alla memoria come imprescindibile presupposto di civiltà: Rita Atria, Emanuela Loi, Rita Borsellino, Agnese Piraino Leto e Maria Pia Lepanto. Emilio Corrao, ideatore dell’area dedicata al valore delle donne contro ogni forma di violenza e ideatore dell’evento dichiara: “L’area dedicata al valore delle donne contro ogni forma di violenza è ricca di simboliche “pietre di inciampo”, sono tutti elementi di arredo ma anche piante vive, che richiedono attenzione e cura. La fontana è il simbolo della vita, della nascita e della rinascita oltre la violenza. Gli alberi arance amare sono il simbolo della capacità generativa delle donne. Il masso scartato dal Monte Pellegrino è la solidità del valore delle donne. La sagoma della donna e del bambino richiama il tema dei diritti negati delle donne e dei minori in territorio di guerra come a “casa nostra”. Gli alberi di pino sono un forte richiamo alla società sana che ha il dovere di proteggere le fasce più deboli. Ultima ma non per ultima la pensilina rossa ch’è la prima fermata dell’autobus dismessa con panchina rossa e con numero antiviolenza 1522 al posto del numero di fermata dell’autobus. Se andrà tutto bene comunicheremo l’inaugurazione sul piano nazionale e in contemporanea della copia della pensilina con panchina rossa e numero 1522. Sono presenti un’associazione in ogni regione d’Italia ed è lì che installeranno la copia della pensilina. Ma di questo spero di potervene dare notizia fra quattro mesi”.

Per non lasciare che questo spazio verde resti inerte, le associazioni promotrici dell’iniziativa (Centro Studi Paolo e Rita Borsellino, Libera, EMILY, Mezzocielo, Agesci, Democratica Palermo) e tutte le altre associazioni che hanno avuto il piacere di condividere lo spirito dell’iniziativa (MOVI Palermo, Azione Cattolica) insieme al Comune di Palermo e all’Ottava Circoscrizione, hanno scelto di animarla almeno una volta all’anno con iniziative che rinnovino l’impegno di tutte e tutti contro la violenza di genere e contro ogni forma di violenza. Quest’anno le associazioni sono cresciute diventando 23 in cartello, ma continuano a lievitare le adesioni.

Per questo “anche quest’anno”, dicono i promotori, “invitiamo cittadine e cittadini, bambine e bambini a partecipare a un flash mob fotografico con un vestito o accessorio rosso che caratterizzi la nostra testimonianza e il nostro impegno a favore delle donne contro ogni forma di violenza”.

Ogni intervento è stato ascoltato con attenzione e accolto dal Vice Sindaco Carolina Varchi che offre la sua disponibilità a partecipare sia come singolo che come Istituzione. “Sicuramente ognuno di noi avrà espresso la sua preferenza elettorale votando per un partito o movimento piuttosto che per l’altro. Il periodo elettorale adesso è finito ed è tempo di fare e trattare temi che son del tutto trasversali” dice il Vice Sindaco Varchi, per questo incoraggia le associazioni a proseguire nel percorso attivato e a non disperdersi dopo giorno 26.       

In quest’armonia di dialogo le associazioni comunicano al Vice Sindaco ch’è già stata valutata questa opzione e invitano ufficialmente il Vice Sindaco di Palermo Carolina Varchi ma anche la cittadinanza e le associazioni che desiderano partecipare al prossimo evento già in programma presso i Cantieri Culturali alla Zisa per inaugurare altra “pietra di inciampo” al CreZi Plus giorno 30 novembre 2022 con appuntamento ore 17.30.

Queste le associazioni organizzatrici e partecipanti.

per EMILY Milena Gentile; per Mezzocielo Adriana Palmeri; AGESCI Conca d’oro Davide Carella; per l’Azione Cattolica Italiana Arcidiocesi di Palermo il consigliere diocesano Katia Lo Monaco; per DEMOCRATICA PALERMO Massimo Riccobene; per LE ONDE Maria Grazia Patronaggio e Maria Rosa Lotti; per MOVI Palermo Francesco La Barbera; per ANDE Laura Capra e Marianna Amato; per la CONSULTA DELLA PACE Francesco Cascio ed Erminia Scaglia; per la CONSULTA DELLE CULTURE Dasililla Oliviera Pecorella; per KIWANIS Paolo Caracausi, Alessandro Maugeri e Marcella Li Brizzi; per ZONTA INTERNATIONAL Area 3 Distretto 28 Daniela Ferrara; per 6LIBERA Dhebora Mirabelli; per METE Giorgia Butera; per SPIRITUAL IN THE MATERIAL Tiziana Serretta; per ERRIPA ACHILLE GRANDI Luisa Capitummino; per ACLI Nino Tranchina; per PALERMO CAMMINA Natale Ferla; per ASSOCIAZIONE CULTURALE PERGAMO Elena Pistillo; per PICCOLA ACCADEMIA DEI TALENTI Simona D’Angelo; PERFORMING ART SCHOOL Marzia Molinelli; per Associazione Famiglie Affidatarie AFAP Genni Campanella e Adriana De Trovato; per Associazione Giuristi Siciliani AGIUS e Comitato Pari Opportunità Consiglio dell’ordine degli avvocati di Palermo CPO Valentina Li Mandri; per PALERMO FELICISSIMA Antonella Ferraro.

Tra le associazioni che hanno espresso la loro partecipazione all’evento: Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ETS – APS e COMUNITÀ NARRANTI PALERMO. Ma l’elenco delle associazioni al momento sembra essere destinato ad aumentare.

Potrebbero interessarti