Home Dall'Italia Notte tragica: scontro frontale con quattro giovani morti e un ferito grave

Notte tragica: scontro frontale con quattro giovani morti e un ferito grave


Pippo Maniscalco

Lo schianto è avvenuto poco dopo la mezzanotte nella strada statale 649. Coinvolta anche una terza auto. Un giovane di 30 anni è in prognosi riservata

In provincia di Chieti si è registrato un drammatico scontro frontale. Quattro persone, sono morte ed una è rimasta ferita gravemente in un incidente stradale, avvenuto poco dopo la mezzanotte sulla strada statale 649, all’altezza del territorio di Bucchianico. Tre delle vittime, di 21 anni e 23 anni, sono decedute sul colpo. Viaggiavano a bordo di una Volkswagen Golf che, secondo una prima ricostruzione, quando stava iniziando una manovra di sorpasso si è scontrata frontalmente con una Jeep Renegade. Su questa seconda auto viaggiavano altre due persone: il passeggero di 37 anni che è deceduto mentre il conducente, un 31enne, è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Chieti ed è in prognosi riservata.

Le vittime della Golf sono i fratelli Alessandro e Massimiliano Fiore, il primo di 23 e il secondo di 21 anni, residenti a Casoli. È morto anche il cugino Mattia Lorenzo Menna, 23 anni di Altino. Sulla seconda auto, la Renegade, è morto Domenico Di Fazio, 37 anni di Rapino, presidente del Rapino Calcio. Nell’incidente è rimasta coinvolta anche una terza auto, una fiat Tipo, ma il conducente è rimasto illeso.

IL CORDOGLIO DEI SINDACI

Il sindaco di Casoli ha commentato lo scontro dicendo: «Una tragedia enorme, che ha colpito tutta la nostra comunità». Alessandro e Massimiliano Fiore, due suoi giovani concittadini, erano figli del responsabile manutenzione del Comune. I due fratelli, molto legati fra loro, lavoravano come ingegnere e geometra. Il primo cittadino ha aggiunto: «Siamo colpiti come Comune, come struttura amministrativa, come dipendenti dell’ente e anche a livello personale. E siamo vicini ai familiari dei due ragazzi, orgoglio dei loro genitori, che avevano ancora tanto da fare nella vita».

Anche il sindaco di Altino, il paese in cui viveva Mattia Lorenzo Menna ha scritto un messaggio di cordoglio. “La nostra comunità piange oggi la perdita di un figlio e di un ragazzo meraviglioso. Una notizia drammatica ha squarciato il risveglio della nostra Comunità di Altino e di Casoli unite, oggi, in un dolore indescrivibile e incolmabile. Esprimo in qualità di Sindaco la vicinanza»di tutta la comunità di Altino alle famiglie e a tutti gli amici in questo momento di immenso e straziante dolore”,

Potrebbero interessarti