Home Cronaca di Palermo Nuovo pronto soccorso a Villa Sofia: in fase di completamento i lavori

Nuovo pronto soccorso a Villa Sofia: in fase di completamento i lavori


Elian Lo Pipero

L'inaugurazione è prevista per fine gennaio

Il cantiere dei lavori del nuovo pronto soccorso dell’ospedale Villa Sofia di Palermo è alle battute finali, il 31 gennaio è prevista l’inaugurazione. Lo scopo di questo nuovo pronto soccorso è garantire ai malati un’attesa più sicura, al riparo.

Una piccola conquista di civiltà questo nuovo pronto soccorso. Per chi arriva in codice rosso è riservato un percorso diverso, più sicuro“, afferma l’ingegnere Roberto D’Urso coordinatore dei lavori dell’ospedale palermitano.

La struttura sarà composta da tre grandi ambienti: la camera calda dove le ambulanze con a bordo i pazienti si fermeranno. Poi i malati saranno trasportati nell’area ricovero (tutto rigorosamente al coperto), per i casi più gravi (codici rossi) ci sarà un percorso diverso lontani dai curiosi o da chi attende in sala d’attesa. All’interno, infine, sarà realizzata anche un’area di scambio delle barelle: saranno fornite tutte le lettighe necessarie affinché l’ambulanza possa lasciare il paziente e andare via velocemente.

l pronto soccorso fornirà anche una sala d’attesa dedicata solamente ai codici verdi, ad oggi accolti in ambienti poco protetti. “Vogliamo dare un’assistenza migliore rispetto anche alle strutture private – dichiara a tal proposito l’ingegnere. Sarà previsto oltre al triage, al punto informazioni, anche un luogo dove i parenti del paziente potranno parlare con i medici. Ma non solo. I familiari potranno mettersi in contatto direttamente col parente che si trova al pronto soccorso per avere aggiornamenti in tempo reale sulle condizioni del malato“.

Il pronto soccorso di Villa Sofia, inoltre, sarà l’unico presidio sanitario autorizzato dal Ministero della Salute per la sanificazione permanente in presenza di persone. “Riteniamo ciò – conclude – un elemento importante per rendere alle persone l’attesa più sicura possibile“.

VIDEO NUOVO PRONTO SOCCORSO

Potrebbero interessarti