Home Dal resto della Sicilia Omicidio in strada in Sicilia, il presunto autore non risponde al pm: consegnata spontaneamente l’arma

Omicidio in strada in Sicilia, il presunto autore non risponde al pm: consegnata spontaneamente l’arma


Redazione PL

Carmelo Contarini, muratore di 51 anni, è stato ucciso con una sola coltellata al torace

accoltellato

Ha consegnato l’arma del delitto ma si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il procuratore reggente di Agrigento, Salvatore Vella, e il sostituto, Paola Vetro, hanno provato a interrogare Giovanni Ferrera, 66enne indagato per l’omicidio di Cattolica Eraclea; tuttavia l’uomo, assistito dall’avvocato Ignazio Martorana, ha scelto per il momento la strada del silenzio.

Omicidio nell’Agrigentino, proseguono le indagini

Dai primi accertamenti, pare che Carmelo Contarini, muratore di 51 anni, sia stato ucciso con una sola coltellata al torace. La vittima e l’arrestato si conoscevano: possiedono dei terreni confinanti.  La Procura ha già disposto l’autopsia.

Pare che i carabinieri abbiano bloccato il 66enne mentre si stava dirigendo in caserma. L’uomo ora sarà portato in carcere, mentre proseguono le indagini sul caso per risalire al movente. Forse questo è legato a degli scontri a causa dei terreni di campagna confinanti.

CONTINUA A LEGGERE

 

Ucciso a coltellate in strada, ancora un omicidio in Sicilia: fermato un uomo

Potrebbero interessarti