Home Cronaca di Palermo Omicidio in via Roma, resta in carcere il cameriere tunisino: dubbi sul movente

Omicidio in via Roma, resta in carcere il cameriere tunisino: dubbi sul movente


Redazione PL

algerino

Resta in carcere Alì El Abed Baguera, il cameriere tunisino accusato di aver ucciso con almeno tre colpi d’arma da fuoco Badr Boudjemai, algerino di 41 anni. Il delitto è avvenuto lo scorso 4 novembre nella centralissima via Roma, a Palermo.

L’omicidio

I due lavoravano in due locali vicini, in via Emerico Amari. Badr stava tornando a casa dopo il lavoro quando è stato raggiunto da dei colpi di pistola che non gli hanno lasciato scampo. Una vera esecuzione di fronte alle Poste centrali. L’omicidio è stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza della zona, le stesse che hanno incastrato il cameriere tunisino.

Il movente e l’arma del delitto

Restano però ancora dubbi sul movente, che non è stato ancora chiarito. Gli investigatori sono convinti che l’omicidio sia maturato in seguito a dei dissidi nati sul lavoro, versione smentita dall’indagato. Inoltre, non è stata ancora ritrovata l’arma del delitto. 

Omicidio in via Roma, l’addio a Badr: la salma riconsegnata alla famiglia

Potrebbero interessarti