Home Il tira e molla della ZTL a Palermo: l’opposizione dice stop

Il tira e molla della ZTL a Palermo: l’opposizione dice stop



In Consiglio comunale l'opposizione si oppone alla ZTL in attivazione dal 18 maggio. Nonostante le agevolazioni proposte, già 19 consiglieri su 40 hanno aderito all'iniziativa

In Consiglio comunale l’opposizione dice NO alla ZTL decisa per il 18 maggio e mette in tavola una mozione quantomeno “fino alla durata dello stato di emergenza sanitaria stabilito dal governo nazionale”. Sono 19 su 40 i consiglieri che hanno aderito alla volontà dello stop.
E’ stata lanciata dal gruppo Oso, +Europa, Coraggiosi, Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Movimento 5 Stelle, Udc e Diventerà Bellissima.

Se la mozione non dovesse bastare, le opposizioni sono pronte a votare una delibera con lo scopo di sospendere la Ztl. La maggioranza, altro obiettivo di quest’azione, dovrà vedere come comportarsi a tal proposito.

Come si legge nel testo della mozione, dal 18 maggio verranno comunque confermate le misure sul distanziamento sociale per il contenimento e la gestione dell’emergenza sanitaria Covid-19, per cui ci sembra opportuno non congestionare il trasporto pubblico locale”.

Viene proposta la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, idem le università e di continuare, ove possibile, l’utilizzo dello smart working, evitando così il più possibile gli assembramenti anche sui mezzi pubblici, privilegiando il trasporto privato e quindi garantendo il distanziamento sociale.
Secondo la minoranza questo è il modo più efficace per la sicurezza e la salute dei cittadini.