Home Cronaca di Palermo Ospedali palermitani, insorgono i sindacati: “Prorogare contratti o sarà compromessa l’assistenza ai pazienti”

Ospedali palermitani, insorgono i sindacati: “Prorogare contratti o sarà compromessa l’assistenza ai pazienti”


Redazione PL

civico
Servizi a rischio negli ospedali palermitani di Villa Sofia-Cervello, Civico, al policlinico e all’Asp.
 
“Senza rinnovo dei contratti a tempo determinato e dei lavoratori co.co.co sarebbe gravemente compromesso il livello minimo di assistenza ai pazienti”, così scrivono in una nota i sindacati Uil Fpl, Fials e Nursing Up, chiedendo all’assessorato regionale alla Salute e ai direttori generali di avviare subito l’iter per la proroga dei contratti in essere “nelle more dell’avvio di nuove procedure di stabilizzazione che includano tutti i lavoratori assunti per l’emergenza covid”.

I sindacati in una nota a firma di Vincenzo Di Prima, Giuseppe Forte e Gioacchino Zarbo ricordano quanto stabilito dalla Legge di Bilancio, ovvero che “al fine di valorizzare la professionalità acquisita dal personale che ha prestato servizio anche durante l’emergenza da covid-19 è possibile assumere questi lavoratori a tempo indeterminato, compresi coloro che sono stati reclutati anche senza procedure selettive e cioè attraverso l’utilizzo di forme di contratto atipiche come i Co.Co.Co. e incarichi libero-professionali”. 
 
Spiegano inoltre che questo personale “andrebbe a supporto della nota e cronica carenza di personale che insiste nelle nostre aziende ospedaliere, che in caso contrario, verrebbe oltremodo sovraccaricato, nonché sottoposto a turni di lavoro estenuanti, incidendo quindi negativamente sulla funzionalità dei servizi”.
 
 

Potrebbero interessarti