Home SportCalcio Palermo C5, l’assedio non basta: rosanero sconfitti dal Resuttana San Lorenzo

Palermo C5, l’assedio non basta: rosanero sconfitti dal Resuttana San Lorenzo


Redazione PL

I rosa perdono immeritatamente

Una cosa è certa: se il Palermo Calcio a5 avesse vinto la gara con un punteggio tennistico nessuno avrebbe potuto dire nulla.
A portare a casa i 3 punti, invece, è il Resuttana San Lorenzo abile a capitalizzare, nel migliore dei modi, due conclusioni fortunose di Pasta Pillitteri (entrambe deviate dai difensori del Palermo C5). 
Il gol dei rosanero porta la firma di Rizzuto.  
Tantissime le occasioni da rete sprecate dalla squadra di Lo Piccolo.
 

PRIMO TEMPO

 
Pronti via è la compagine rosanero a mettere sotto assedio la retroguardia avversaria con Barcellona, l’estremo difensore del Resuttana San Lorenzo, in giornata di grazia come testimoniano i suoi innumerevoli interventi prodigiosi che blindano la porta dei padroni di casa.
Nei primi 15′ il Palermo Calcio a5 crea almeno una decina di limpidissime occasioni da rete con Daricca, Tuzzolino e Sgarlata ma è il Resuttana San Lorenzo a trovare il vantaggio: al primo affondo il capitano Pasta, a seguito di una deviazione di Marretta, castiga il portiere rosanero Lobuglio.
Al festival dei gol sbagliati della squadra di Lo Piccolo partecipa anche Russo che sbaglia clamorosamente un tiro libero.
 

SECONDO TEMPO

Il Palermo Calcio a5 tenta di risollevare le sorti del match e parte nuovamente a spron battuto cercando il pareggio che arriva al termine di una bellissima azione corale finalizzata da Rizzuto
Direzione di gara assolutamente discutibile, giusto per utilizzare un eufemismo: l’arbitro, infatti, non fischia un evidente fallo subito da un giocatore rosanero che, se fosse stato conteggiato, avrebbe portato il Palermo al tiro libero.
Parentesi arbitrale a parte, la compagine guidata da Lo Piccolo le prova davvero tutte per vincere la partita.
Nella ripresa, al pari della prima frazione di gioco, il Palermo Calcio a5 sfiora diverse volte il vantaggio fallendo alcune occasioni clamorose.
 
Ma, così come recita la celebre canzone degli 883, ecco materializzarsi “la dura legge del gol”: così come successo nel primo tempo il Resuttana San Lorenzo riesce a trovare, in maniera fortunosa, la via della rete grazie alla conclusione di Pillitteri che non lascia scampo all’estremo difensore rosanero Lobuglio.
 
Il match termina 2-1 per il Resuttana San Lorenzo, risultato assolutamente bugiardo per quanto visto sul rettangolo verde.
Il Palermo C5, infatti, avrebbe meritato di vincere la gara con un risultato rotondo.

Potrebbero interessarti