Home SportCalcio Palermo, Corini: “Lite tra calciatori e falsi infortuni? Minchiate. Col Catanzaro dobbiamo fare la partita”

Palermo, Corini: “Lite tra calciatori e falsi infortuni? Minchiate. Col Catanzaro dobbiamo fare la partita”


Elian Lo Pipero

corini

L’allenatore del Palermo Eugenio Corini è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della partita casalinga contro il Catanzaro in programma venerdì sera alle ore 20.30. Le sue parole 

Ore 17.45 “Dobbiamo dare continuità alla partita di Terni, quindi contro il Catanzaro è fondamentale portare a casa un risultato importante. Contro la Ternana abbiamo fatto un buon primo tempo e una ripresa normale. Quando ti mancano quattro-cinque giocatori in determinate situazioni ha tolto qualcosa alla squadra. Il risultato contro il Lecco ha lasciato uno strascico che ci siamo trascinati anche a Genova. Un calo complessivo abbiamo avuto che ha portato a un trend negativo.

Ore 17.47

Infortuni? La situazione sta migliorando. Da cinque siamo passati a quattro assenti. Con lo staff stiamo valutando come migliorare questa situazione e stiamo lavorando su come migliorare questa situazione. Certo che avere tutti questi infortuni mi ha dato fastidio, ma a tutti gli allenatori lo darebbe. Di Francesco avrà poco minutaggio sulle gambe, ma sono sicuro che ci potrà dare una mano”

Ore 17.52

“Se non avessi la lucidità di capire che ho un gruppo coeso non sarei qui a fare certi discorsi. Tante volte a Palermo si è cambiato allenatore subito dopo uno-due risultati negativi, qualcosa sta cambiando. Sono consapevole di avere l’appoggio della società e della squadra. Lo stadio pieno tornerà quando torneremo a fare risultati e prestazioni buone. Non possiamo pensare di dominare novantacinque minuti, a Terni abbiamo iniziato contratti ma poi siamo usciti fuori. Dobbiamo perseverare e continuare a fare ciò che sappiamo fare, migliorandoci sempre.

Ore 17.55

“In questo momento non va bene niente, dobbiamo accettare le critiche dei tifosi. La reazione per me c’è stata, non è stata per tutta la partita ma il lavoro che stiamo facendo sono sicuro che si vedrà nel tempo, già a Catanzaro.

Ore 17.57

Come sempre è importante come reagirà la squadra in campo, sappiamo che contro il Catanzaro al primo errore ci potrebbero essere fischi. L’ambiente non sarà certamente quello avuto con lo Spezia.

Ore 17.58

Sulla partita contro i calabresi: “Il Catanzaro ha un percorso che parte da lontano, gioca con leggerezza, entusiasmo, che gioca bene e ha qualità. Viene con una leggerezza mentale che ti fa fare bene le giocate”.

Ore 18.00

“C’è dentro tutto, calo atletico, infortuni e anche un aspetto mentale iniziato dal ko contro il Lecco. Contro il Brescia abbiamo avuto una buona reazione. Il pari a Terni non è il risultato che volevamo, ma in un momento del genere ce lo prendiamo”.

Ore 18.02

“Insofferenza da parte di qualche calciatore? Ci metto la mano sul fuoco sulla coesione del gruppo. La squadra è connessa e tutti siamo focalizzati sull’obiettivo. Bisogna affrontare certi momenti da uomini, il confronto deve essere costruttivo”

Ore 18.03

“Lite tra giocatori e falsi infortuni? Sono minchiate”

Ore 18.04

Non potersi allenare a Torretta? É accaduto questo incidente purtroppo, l’importante è che non si sia fatto male nessuno. In questo momento ci si attacca a tutto, ci sarebbe piaciuto continuare ad allenarci a Torretta ma al momento non è possibile. Siamo tornati al Barbera e ne siamo felici. Certo ci dobbiamo riabituare ad allenarci qui, abbiamo un campo buono e le strutture adeguate per continuare il nostro percorso”.

Ore 18.06

“Sulle sconfitte, anche da calciatore ho sempre messo un tappo, così come fatto col Brescia. La squadra non si è mai abbandonata a una serie di sconfitte consecutive e questo è importante. Siamo consapevoli che dovremo mettere un tappo a partire dal match contro il Catanzaro a questo periodo negativo”.

Ore 18.08

“Il Catanzaro qualche certezza te la può togliere, contro il Cosenza ha fatto una partita di contenimento e ripartenza, diverso dal suo solito atteggiamento. Ha il gusto del gioco, mi aspetto di vedere una squadra che ha abituato i suoi tifosi a un certo gioco, fatto di qualità”.

Ore 18.11

“So cosa può regalare il pubblico di Palermo. Alle volte sogni ed emozioni si scontrano con la realtà. Prestazioni e risultati contribuiranno a ricreare un ambiente come quello che avevamo contro lo Spezia. C’è la volontà di reagire a un momento che non volevamo vivere ma sta capitando. Sicuramente anche questo è uno stimolo in più per fare risultato”.

Ore 18.14

I contrattacchi bisogna subirli nel modo giusto, ma vogliamo prenderci la responsabilità di fare la partita e quindi assumerci il rischio con equilibrio per vincere la partita. Lucioni? Non si è allenato, ha fatto solo la rifinitura stamattina. Dovrò parlare col ragazzo e capire se farlo giocare o meno. Buttaro titolare? Lui è a posto”.

Fine conferenza 

 

Potrebbero interessarti