Mondello, incendiata auto di un dirigente Reset. Orlando: «Atti incivili»

Il sindaco Leoluca Orlando ha espresso vicinanza e solidarietà ad Antonio Pensabene, coordinatore degli operai.

Raid la scorsa notte a Mondello, la località balneare più famosa della città di Palermo. I malviventi hanno preso di mira la villa di Antonio Pensabene, coordinatore degli operai della ditta Reset che, insieme al Comune, si occupa di manutenzione in città. Un uomo, rigorosamente incappucciato, ha scavalcato il cancello dell'abitazione e ha dato fuoco alla macchina del dirigente dell'azienda. La polizia indaga per capire il movente. È la terza auto di un dipendente della Reset che va a fuoco in pochi mesi.

IL COMUNICATO DEL SINDACO ORLANDO E DEL PRESIDENTE DELLA RESET

Sulla vicenda hanno preso posizione Leoluca Orlando, sindaco di Palermo, ed il presidente della Reset attraverso un comunicato:

"Il cammino di legalità ed efficienza della Reset non sarà fermato dagli atti incivili e violenti di alcuni criminali. Nell'esprimere la nostra più totale solidarietà al dirigente dell'azienda vittima di questo vile attacco, confidiamo nel lavoro degli investigatori perché al più presto i responsabili siano assicurati alla giustizia. Nei loro confronti sia l'amministrazione comunale sia la Reset si costituiranno parte civile per sottolineare ancora una volta la forte presa di posizione a tutela della governance e di tutti i lavoratori onesti che garantiscono alla città servizi essenziali".

VISITA LE NOSTRE PAGINE FACEBOOK

ISCRIVITI ALLE NOSTRE COMMUNITY