Home Eventi, tv e spettacolo Palermo, la mostra “Lo scultore del sorriso Antonio Ugo & contemporanei”

Palermo, la mostra “Lo scultore del sorriso Antonio Ugo & contemporanei”


Redazione

La mostra è stata allestita nei corpi bassi del Palazzo Drago in via Vittorio Emanuele, 382

palermo

Aprirà al pubblico il 18 dicembre, a Palermo, la mostra “Lo scultore del sorriso Antonio Ugo & contemporanei” (1870 -1950). L’esposizione di opere scultorie, organizzata dall’associazione BALAT in collaborazione con Palazzo Drago Airoldi di Santacolomba, è stata sinora fruibile solo a collezionisti ed esperti. La mostra è stata allestita nei corpi bassi del Palazzo Drago in via Vittorio Emanuele, 382.

La galleria Athena, mette in mostra le sculture in bronzo e marmo di Antonino Ugo e dei suoi contemporanei: Benedetto Cililetti, Benedetto De Lisi, Pietro Piraino, Nino Geraci, Mario Rutelli, Giulio Monteverdi, Domenico Trentacoste e altri maestri scultori. 

Un patrimonio condiviso alla città di Palermo

“Abbiamo voluto esporre – dichiarano Michele e Stefano Tortorici di Athena – in questo contesto storico una collezione di grande pregio che normalmente custodiamo nei nostri locali commerciali. Riteniamo che sia giusto condividere con la città questo patrimonio di piccoli tesori e pezzi della storia della nostra arte. In questa operazione di valorizzazione reciproca, lo splendido Palazzo Drago diventa il giusto scrigno per rendere omaggio a queste opere di grande maestria”. 

palermo

L’allestimento coniuga dunque elementi contemporanei alle opere classiche ed è curato dall’architetto Massimiliano Bottone. Di particolare pregio, i bozzetti dei “Canaris” di Benedetto Cililetti, le “Naiadi” di Mario Rutelli, il bozzetto di “Il genio di Benjamin Franklin” Giulio Monteverdi, il “Fanciullo” di Domenico Trentacoste.  

La mostra rientra, infine, in una serie di eventi organizzati da Athena per la promozione delle opere di arte, artigianato e design moderni e contemporanei. Nella stessa sede Athena ha tenuto inoltre la mostra antologica “Giovanni Lentini, un palermitano a Milano” e altre ne seguiranno nei prossimi mesi. 

palermo

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti