Home Cronaca Palermo, tenta di gettarsi dal ponte di via Belgio: salvato dai carabinieri

Palermo, tenta di gettarsi dal ponte di via Belgio: salvato dai carabinieri


Redazione

L'uomo era sul punto di adempiere il proprio intento suicidario, quando i militari sono giunti a salvargli la vita, su segnalazione di un passante. Soccorso anche un altro cittadino: dipendente di un istituto di vigilanza privata, è stato colto verosimilmente da infarto mentre si trovava in servizio

rapina

Era salito sul ponte di via Belgio, a Palermo, con la chiara volontà di togliersi la vita, quando i carabinieri sono arrivati e sono riusciti a impedire l’adempiersi del suo tragico piano. Protagonista dell’episodio è un 48enne, notato da un passante mentre era a cavalcioni sulla rete di protezione sporgente sul sottostante viale della Regione Siciliana. E’ stato proprio il passante a dare l’allarme ai carabinieri della stazione Resuttana Colli, una cui pattuglia stava percorrendo la rotonda “Di Salvo” durante un servizio di controllo del territorio.

Il tutto è accaduto in orario serale. Alla vista dei lampeggianti, il 48enne si è proteso verso il vuoto, pronto a gettarsi, ma in pochi attimi i militari hanno impedito il gesto. Trattenutolo per una gamba, sono dunque riusciti a tirarlo indietro e, nonostante la resistenza opposta, a metterlo in salvo. Successivamente, un’ambulanza del 118 ha provveduto a trasportare il 48enne all’ospedale Villa Sofia.

Palermo, soccorso 55enne colto da un malore

Anche un altro episodio ha visto i carabinieri impegnati a portare soccorso a un cittadino in difficoltà. Un 55enne dipendente di un istituto di vigilanza privata è stato infatti colto verosimilmente da infarto mentre si trovava in servizio. I carabinieri del Nucleo Radiomobile di Palermo, intervenuti d’urgenza su segnalazione al 112, hanno dunque provveduto a trasportarlo immediatamente a Villa Sofia.

La criticità delle condizioni dell’uomo e l’indisponibilità nel breve termine di un’ambulanza hanno indotto i militari a effettuare il trasporto, salvando così la vita dell’uomo, successivamente ricoverato in prognosi riservata.

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti