Home Cronaca di Palermo Palermo, rivenditore online di smartphone nel mirino della Finanza: nascosti al fisco oltre 11 milioni di euro

Palermo, rivenditore online di smartphone nel mirino della Finanza: nascosti al fisco oltre 11 milioni di euro


Redazione PL

Il titolare dell’impresa, con l’intento di sfuggire al fisco, aveva cessato l’attività già nei primi mesi del 2019

capi

Una ditta individuale attiva nel commercio online di prodotti di telefonia che avrebbe omesso di dichiarare oltre 11 milioni di euro di ricavi conseguiti. È quanto appurato, a conclusione di un’articolata attività ispettiva, dai Finanzieri del Comando Provinciale di Palermo, che hanno ricostruito l’effettivo volume d’affari della ditta che, tra il 2017 e il 2018, aveva totalizzato ricavi, mai dichiarati, per complessivi 11.712.026 euro.

Palermo, rivenditore online nel mirino della Finanza

Il titolare dell’impresa, con l’intento di sfuggire al fisco, aveva cessato l’attività già nei primi mesi del 2019.

Il controllo, eseguito dai militari del II Nucleo Operativo Metropolitano del Gruppo di Palermo, ha permesso quindi di ricondurre a tassazione l’intero ammontare degli introiti dell’attività commerciale grazie alla ricostruzione dei flussi di acquisto e vendita degli smartphone, core business dell’azienda ispezionata. Inoltre, per far luce sul volume di affari realizzato, le fiamme gialle si sono affidate allo strumento delle indagini finanziarie attraverso cui, con una capillare ricostruzione delle movimentazioni bancarie, è stato possibile quantificare le imposte evase.

A conclusione delle attività la titolare è stata deferita all’Autorità Giudiziaria per il reato previsto dall’art. 10 del D.Lgs. 74/2000, per aver occultato le scritture contabili con il precipuo fine di impedire la ricostruzione dei profitti, e per quello previsto all’art. 4 in relazione all’ammontare di imposte evase superiore alla soglia penalmente rilevante rispetto a quanto infedelmente dichiarato.

Si evidenzia che il provvedimento in parola è stato disposto sulla scorta degli elementi probatori acquisiti in fase di indagine preliminare. Pertanto, in attesa di giudizio definitivo, sussiste la presunzione di innocenza.

CONTINUA A LEGGERE

 

Tragedia in un B&B di Palermo, turista trovato morto

 

 

Potrebbero interessarti