Home Cronaca di Palermo Palermo, la rivolta degli studenti del Pio La Torre: “Senza acqua in una scuola fatiscente”

Palermo, la rivolta degli studenti del Pio La Torre: “Senza acqua in una scuola fatiscente”


Redazione PL

Già ieri l’edificio era rimasto sprovvisto di acqua per problemi alle tubature

palermo

Proteste all’Istituto Commerciale “Pio La Torre” di Palermo. Stamattina gli studenti hanno interrotto le lezioni a causa della mancanza di acqua all’interno della scuola.

Già ieri l’edificio era rimasto sprovvisto di acqua per problemi alle tubature. Gli studenti avevano atteso che la situazione si risolvesse in giornata, ma stamattina hanno ritrovato lo stesso problema. Così, hanno deciso di interrompere le lezioni e radunarsi tutti nello spazio esterno. Bersaglio della protesta anche la preside, accusata dai ragazzi di non rispondere alle e-mail dei rappresentanti.

Scuola, protesta al “Pio La Torre” di Palermo

Solo dopo le proteste, gli studenti sono stati espulsi da scuola. “Sapevano bene che anche oggi saremmo rimasti senza acqua, ma hanno deciso comunque di farci entrare a scuola. La preside non risponde, non abbiamo alcuna notizia di quando si risolverà il problema. Siamo stanchi di passare metà della nostra giornata dentro edifici fatiscenti, con infiltrazioni, calcinacci e ora pure senza acqua. Dopo il blocco didattico è venuta l’Amap che ci assicurati che il problema riguarda la scuola, c’è forse qualche tubo otturato o rotto ”. Così spiegano gli studenti del Collettivo Autonomo Pio La Torre.

Gli studenti spiegano anche che nell’istituto mancano erogatori di acqua e cibo. Non sarebbe stato infatti rinnovato il contratto per garantire un bar all’interno della scuola e l’istituzione scolastica impedirebbe l’ingresso di cibo dall’esterno. Anche questo era stato oggetto di polemiche e si era proceduto a lanciare una raccolta firme.

“Il problema delle scuole fatiscenti, della mancanza di fondi per trovare o rendere gli edifici più grandi e idonei, per evitare che ci siano inefficienze così gravi come la mancanza di acqua è strutturale e riguarda anche le altre scuole di Palermo”, argomentano i ragazzi.  È per questo che il 7 ottobre torneranno a manifestare in piazza. Il corteo partirà alle 9 da Piazza Verdi e arriverà sotto il Palazzo dell’ex Provincia. Gli studenti hanno chiesto di incontrare il Sindaco della città metropolitana Roberto Lagalla.

CONTINUA A LEGGERE

 

Spari dal balcone di casa, paura tra la gente a Palermo: arrestato un uomo

Potrebbero interessarti