Home Cronaca di Palermo Partecipate Palermo, tra cambiamenti e conferme Lagalla delinea le sue scelte

Partecipate Palermo, tra cambiamenti e conferme Lagalla delinea le sue scelte


Elian Lo Pipero

Approvato il bilancio di Amat, Cimino pronto a lasciare

Partecipate

Si vanno sempre più delineando i nuovo consigli d’amministrazione delle Partecipate di Palermo. Venerdì pomeriggio si è giocata un’importante partita ad Amat che fortunatamente si è conclusa con una fumata bianca. Approvato il bilancio dellazienda partecipata che gestisce il trasporto pubblico: il Comune di Palermo, rappresentato dal vicesindaco Carolina Varchi, ha approvato e condiviso la proposta di bilancio esitata dal CdA che chiude con un utile di esercizio pari a sette milioni di euro; al contempo ha assunto l’impegno di accelerare i lavori per la modifica del contratto di servizio tali da renderlo coerente e congruente alle esigenze della Città quindi pienamente sostenibile per la Società Amat. 

L’attuale presidente Cimino è pronto a lasciare, al suo posto sembra ormai imminente l’arrivo di Giuseppe Mistretta di Forza Italia e in passato a Gesap. Quindi niente da fare per Domenico Macchiarella, forte candidato nelle settimane passate maper problemi di incompatibilità ha dovuto rinunciare. Il CdA Amat sarà rinnovato a breve: “Il Comune ha rinviato a breve in una prossima assemblea la nomina dei nuovi organi societari secondo le determinazioni del Sindaco”. Per Cimino si aprono le porte del consorzio Asi.

In Gesap dovrebbe essere scelto per il nuovo CdA Vito Riggio, ex presidente Enac e che nel passato ha avuto una lunga collaborazione con l’ex sindaco di Palermo Leoluca Orlando nella DC. In Rap non dovrebbe muoversi Girolamo Caruso che avrebbe ancora un mandato lungo. Ma non si escludono colpi di scena, la maggioranza vorrebbe un cambio di marcia. L’ipotesi come successore di Caruso è quella di affidare la partecipata a Giuseppe Todaro. 

In Amap e SRR metropolitana non dovrebbe cambiare nulla con Alessandro De Martino e Natale Tubiolo rimangono saldamente al vertice. Marco Betta sarà confermato alla Fondazione Teatro Massimo. 

Tre Partecipate cambiano

Se alcune partecipate cambiano, altre invece confermano la propria struttura. Per Reset sembra farsi strada il nome di Fabrizio Pandolfo, funzionario regionale, dopo le polemiche di questa settimana che hanno riscaldato il clima all’interno di Forza Italia.  Alla Sispi andrà Giovanna Gaballo, responsabile regionale dell’area delle Attività Sociali della Nuova DC.

Cambiamenti in casa AMG: Francesco Scoma in pole per AMG Energia, voluto fortemente dalla Lega, mentre Angelo Pizzuto dovrebbe ricoprire il ruolo di direttore a AMG Gas forte anche del fare parte del team dell’assessore regionale di Fratelli d’Italia Alessandro Aricò. 

Un orlandiano che non lascerà il suo posto è Fabio Giambrone che resterà fino al termine del suo incaricato (tra due anni)  al vertice di GH, società che si occupa dei servizi aeroportuali di Palermo. 

Palermo, vandali lanciano sassi contro autobus dell’Amat: in frantumi la porta posteriorel

Concorso RAP Palermo, oltre 17mila domande e ultimi giorni per candidarsi

Potrebbero interessarti