Home Dall'Italia Paura per Pippo Franco, un attacco ischemico e il ricovero d’urgenza al Gemelli di Roma

Paura per Pippo Franco, un attacco ischemico e il ricovero d’urgenza al Gemelli di Roma


Redazione PL

Apprensione per l'attore e comico romano Pippo Franco, ricoverato all'ospedale Gemelli di Roma. Le sue condizioni di salute

pippo franco

Paura e apprensione per le condizioni di salute di Pippo Franco. L’attore, 81 anni, ha dovuto subire un ricovero d’urgenza presso il policlinico Gemelli di Roma in seguito ad un malore improvviso. Dalle prime indiscrezioni che trapelano dall’ospedale si tratterebbe di un Tia (attacco ischemico transitorio). Seppur non vi sia ancora nessun comunicato ufficiale pare che le condizioni di salute dell’attore siano via via in miglioramento.

Grande affetto sui social, da parte dei fan del comico romano. Una lunghissima carriera, dal “Bagaglino” a diversi spettacoli televisivi e teatrali. Noto anche nella musica, con canzoni tra cui “Mi scappa la pipì papà (1979)“,  “La puntura” (1980), e “Che fico” (1982). Pippo Franco inoltre è apparso anche in diverse pellicole cinematografiche “all’italiana”, nonché nel film “Che cosa è successo tra mio padre e tua madre?” del 1972 di Billy Wilder, con Jack Lemmon e Juliet Mills.

Tra gli anni’70 e ’80 è uno dei protagonisti della commedia all’italiana, in produzioni dirette da registi del calibro di Luciano Salce, Aldo Grimaldi, Franco Prosperi, Sergio Martino, Luigi Magni, Salvatore Samperi, Mariano Laurenti e Bruno Corbucci e Pier Francesco Pingitore. Quest’ultimo, in particolare, regista anche di diverse fiction con l’attore romano tra i protagonisti.

Nel 1980 il noto attore romano ha condotto la trasmissione del sabato sera abbinata alla Lotteria Italia “Scacco matto” con Laura Troschel e Claudio Cecchetto. Dal 1987 è tornato a lavorare con la compagnia del Bagaglino in spettacoli come: Per chi suona la campanella; Biberon; Crème caramel; Saluti e baci; Bucce di banana; Avanti un altro, Champagne; Rose rosse.  Nell’estate del 1991 ha condotto su Rai 2 la seconda edizione di “Stasera mi butto.”

Tra le sue esperienze anche quella. Candidato nel 2006 con “la Casa delle Libertà” per il Senato come capolista nella circoscrizione Lazio, ottenne solo lo 0,7%. Poi, nel 2013, solo 205 voti alle primarie interne di Fratelli d’Italia per l’elezione del sindaco di Roma. Infine, in occasione delle amministrative del 2021 si è candidato al consiglio comunale di Roma nella lista civica del candidato sindaco del centrodestra Enrico Michetti, raccogliendo 81 preferenze, non sufficienti ad ottenere il seggio. L’attore romano è finito anche al centro di fatti di cronaca, indagato nel filone di inchiesta per green pass falsi, tra cui ci sarebbe stato anche il suo.

 

 

 

Potrebbero interessarti