Home Cronaca di Palermo Presidi sanitari per l’Ucraina, Palermo si mobilita a sostegno del popolo colpito dalla guerra

Presidi sanitari per l’Ucraina, Palermo si mobilita a sostegno del popolo colpito dalla guerra


Michele Cusumano

La lodevole iniziativa di E.R.A. ha coinvolto anche altre associazioni, farmacie, scuole e famiglie di Palermo e provincia

farmaci

L’associazione “E.R.A” Palermo (European Radioamateurs Association), in collaborazione con la parrocchia ucraina di Roma, ha organizzato una raccolta di presidi sanitari da inviare direttamente in Ucraina. In tanti, in città e in provincia, hanno aderito alla lodevole iniziativa. L’obiettivo è quello di inviare aiuti concreti alla popolazione ucraina, in questi giorni vittima di frequenti attacchi da parte della Russia.

Ho trovato il contatto per inviare direttamente in Ucraina i presidi sanitari – racconta a Palermo Live il presidente i “E.R.A.” Giovanni Arcuri -. Ho parlato con Don Ostafivv, parroco della chiesa ucraina a Roma, a cui noi porteremo di persona il frutto della raccolta, che loro recapiteranno direttamente nelle parrocchie in Ucraina. La spedizione è prevista entro fine settimana.

Il parroco ci ha chiesto questo tipo di aiuto immediato – prosegue Arcuri – e noi ci siamo messi subito a disposizione. Per raccogliere più materiale possibile abbiamo predisposto due punti di raccolta in differenti zone, uno al padiglione 26 della Fiera del Mediterraneo e un altro alla delegazione di Acqua dei Corsari. Inoltre abbiamo in progetto anche altre iniziative, tra cui una raccolta di brandine, coperte e abiti per bambini, che porteremo nei campi profughi in Polonia.

Insieme ad E.R.A. anche l’Associazione Volontariato Europeo Solidale si sta prodigando in aiuto del popolo ucraino. A Portella di mare, frazione del comune di Misilmeri, Aves si è messa a disposizione per raccogliere medicine ed altro materiale utile in questo difficile momento in cui, per il popolo ucraino, vengono meno risorse importanti.

PRESIDI SANITARI PER L’UCRAINA: ASSOCIAZIONI, FAMIGLIE E SCUOLA UNITI

Un sostegno importante è arrivato anche dalla direzione didattica Ragusa Moleti di Palermo, grazie all’impegno di personale scolastico e famiglie degli alunni.

L’associazione aveva girato la voce di raccogliere farmaci per l’Ucraina – Racconta a Palermo Live Marcella Duminuco, socia E.R.A. -. Dal momento che io lavoro alla scuola Ragusa Moleti, ho pensato di coinvolgere il Dirigente per fare una raccolta più in grande. La direzione didattica ha accolto subito l’idea, raccogliendo tantissime donazioni. Insegnanti, ma anche genitori, fin da subito si sono messi a disposizione. Voglio ringraziare inoltre il dirigente, Dott. Nicolò La Rocca, e la Vice Preside Annamaria Filorizzo per l’impegno profuso in sostegno alla nostra iniziativa”.

CLICCA QUI PER LE FOTO

Potrebbero interessarti