Home Salute e Famiglia “Proteggi te e i nonni”, in Fiera si diventa nonna e nipote per un giorno

“Proteggi te e i nonni”, in Fiera si diventa nonna e nipote per un giorno


Redazione PL

L'iniziativa della Regione Siciliana per vaccinare anziani e giovani insieme

proteggi te e i nonni

“Proteggi te e i nonni” è l’iniziativa lanciata della Regione Siciliana che prevede vaccinazioni per gli over 80 e i loro accompagnatori senza obbligo di prenotazione. In tutti gli hub provinciali, da venerdì 21 fino a domenica 23 maggio, gli over 18 potranno dunque presentarsi con un ultra 80enne in modo da ricevere entrambi il vaccino anti Covid.

Non è necessario che tra i due soggetti vi sia un vincolo di parentela, un po’ come accaduto a Daniele Busalacchi e Maria Pipitò. Lui, 24 anni, studente di ingegneria biomedica, ieri mattina si è presentato alla Fiera del Mediterraneo: sperava di trovare un anziano da accompagnare a vaccinarsi. Ha trovato Maria. Si sono presentati, conosciuti e hanno fatto insieme la fila per il padiglione 20. Lui Johnson, lei Pfizer ma comunque tutto insieme.

Volersi bene, a volte, è semplice e istantaneo. Se poi ci si vaccina insieme, può succedere che nasca un legame speciale.

L’dea dell’iniziativa “Proteggi te e i tuoi nonni” è quella di spingere over 80 e over 18 insieme verso un obiettivo comune: proteggersi a vicenda. Maria ha accettato contenta l’invito di questo ragazzo gentile ad accompagnarla; il marito ha aspettato fuori e loro si sono avviati ai corridoi vaccinali.

“Nell’attesa ci siamo raccontati un po’ delle nostre vite – dice Daniele -. Lei è stata super gentile. Abbiamo aspettato due orette ma penso che ne sia valsa la pena. Ho conosciuto una persona dell’età dei miei nonni. Avevo promesso a suo marito di non lasciarla sola un secondo e così ho fatto, proprio come avrei fatto con i miei nonni”.

Lei, intenerita, lo chiamava “mio nipote” davanti agli impiegati che le hanno stampato il foglio con la data di convocazione per la seconda dose.

“‘Proteggi te e i nonni’ ci piace moltissimo – ha dichiarato Renato Costa, commissario all’emergenza Covid della Città metropolitana di Palermo -. È un’iniziativa che richiama all’unità e che centra in pieno lo spirito di questo tempo: abbiamo bisogno di proteggerci vicendevolmente, perché solo insieme possiamo lasciarci il virus alle spalle”.

Potrebbero interessarti