Home Politica Protesta dei sindaci siciliani, Castelli: “Siamo vicini a una soluzione”

Protesta dei sindaci siciliani, Castelli: “Siamo vicini a una soluzione”


Redazione

Il vice ministro Laura Castelli interviene sulla protesta dei sindaci dei Comuni siciliani a rischio default: "Prossima settimana una soluzione"

Laura Castelli su protesta sindaci siciliani

Continua a tenere banco la questione dei 250 Comuni siciliani a rischio default e la conseguente protesta dei sindaci. Il vice ministro dell’Economia Laura Castelli ha annunciato una possibile soluzione “la prossima settimana”. “Ritengo che la prossima settimana si possa chiudere definitivamente il cerchio”, ha affermato il Castelli.

La protesta dei sindaci siciliani

I sindaci siciliani dei Comuni a rischio hanno minacciato le dimissioni di massa, gesto di protesta estremo che dovrebbe essere deciso oggi nel corso di un’assemblea dell’Anci. Sono 250 su 391 i Comuni siciliani a forte rischio tracollo perchè impossibilitati ad approvare i loro bilanci.

“Soluzione la prossima settimana”

Ma il vice ministro Castelli interviene sulla protesta e assicura che il problema è in via di risoluzione. “Abbiamo portato avanti tutte le interlocuzioni necessarie per arrivare ad una soluzione che consenta loro di chiudere i bilanci del 2021 – dice il vice ministro -. E di risolvere le problematiche che li vedono attraversare una fase di tensione finanziaria che fonda le sue radici prima del Covid. Come Governo, nel rispetto delle prerogative di ciascuno, stiamo valutando anche il ricorso allo stanziamento di risorse aggiuntive, proprio per evitare che ad essere penalizzati possano essere i cittadini. Già in Manovra abbiamo assicurato ulteriori risorse per i Comuni della Sicilia in deficit strutturale”.

Potrebbero interessarti