Home Cronaca di Palermo Rap Palermo, Caruso: “Il Comune ci venga incontro”

Rap Palermo, Caruso: “Il Comune ci venga incontro”


Redazione PL

Con l'amministratore unico durante l'inaugurazione del centro di raccolta Rap si è parlato anche del futuro della partecipata

Si è tenuta questa mattina l’inaugurazione del nuovo centro di raccolta di Rap a piazzale Giotto a Palermo. Presente anche l’amministratore unico dell’azienda che gestisce la raccolta rifiuti in città, Girolamo Caruso il quale ha fatto il punto della situazione sul futuro della partecipata. “La fragilità della Rap è risaputa da mesi, abbiamo 700 operai in meno rispetto al 2014.

Il limite della Rap è il personale, da luglio sto cercando soluzioni. Ma ad un certo punto mi sono dovuto fermare: mancano dirigenti, autisti e operai. La macchina dell’amministrazione comunale non ha sempre idee univoche. Senza liquidità e concorsi di autisti e dirigenti non si può andare avanti: chiediamo al Comune di venirci incontro per evitare una nuova emergenza“.

Sul centro di raccolta appena inaugurato Caruso è soddisfatto: “Ci tenevamo a realizzarlo, uno spazio all’avanguardia. Tra poco più di un mese ne inaugureremo un altro in via Basile e se ci arriviamo prima delle elezioni anche un altro in via Nina Siciliana. L’esigenza di aumentare le percentuali di raccolta differenziata ci porta ad attivarci a largo raggio ed a mettere in piedi, a disposizione della cittadinanza, ogni possibile strumento che porti al raggiungimento dell’obiettivo. Il sistema dei Centri Comunali di Raccolta – conclude Caruso – è un punto nodale del nostro Piano Industriale recentemente approvato e inviato al Comune di Palermo ed ha lo scopo di favorire la partecipazione attiva e responsabile del cittadino verso la raccolta differenziata all’insegna del rispetto dell’ambiente“.

Sindaco Orlando: “Questo nuovo centro di raccolta deve rappresentare l’amore per Palermo dei cittadini”

A fargli eco il vicesindaco Fabio Giambrone che aggiunge: “Un altro centro di raccolta che si aggiunge a quelli presenti in città e rappresenta un importante passo in linea con le aspettative dei cittadini, sulla cui collaborazione dobbiamo necessariamente puntare. Insieme agli altri CCR, contribuirà a una più capillare diffusione nel territorio della raccolta differenziata a servizio di zone particolarmente sensibili, ancora oggi esposte a fenomeni incresciosi come l’abbandono illegale di ingombranti“.

Per il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando: “Continua il cammino che in questi anni ha segnato il cambiamento culturale della città. Un cambiamento culturale che deve rappresentare il presupposto affinché RAP svolga il suo lavoro nel migliore dei modi. La nascita di questo nuovo Centro comunale di Raccolta è un invito ai cittadini a compiere scelte responsabili e convenienti, che rappresentino l’amore nei confronti della nostra bellissima città che non può essere deturpata da rifiuti ingombranti e discariche a cielo aperto. Esprimo il mio ringraziamento alla RAP e ancora una volta invito i cittadini ad avere cura di Palermo: da oggi c’è uno strumento in più”.

Centro raccolta: come funziona e gli orari

𝐼𝑙 𝐶𝐶𝑅 𝐿𝑒𝑛𝑛𝑜𝑛 𝑐h𝑒 è 𝑢𝑏𝑖𝑐𝑎𝑡𝑜 𝑖𝑛 𝑝𝑟𝑜𝑠𝑠𝑖𝑚𝑖𝑡à 𝑑𝑖 𝑣𝑖𝑎𝑙𝑒 𝑅𝑒𝑔𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑆𝑖𝑐𝑖𝑙𝑖𝑎𝑛𝑎, 𝑎𝑙𝑙’𝑖𝑛𝑡𝑒𝑟𝑛𝑜 𝑑𝑖 𝑢𝑛𝑜 𝑠𝑝𝑎𝑧𝑖𝑜 𝑢𝑡𝑖𝑙𝑖𝑧𝑧𝑎𝑡𝑜 𝑎 𝑝𝑎𝑟𝑐h𝑒𝑔𝑔𝑖𝑜 𝑝𝑢𝑏𝑏𝑙𝑖𝑐𝑜 𝑠𝑒𝑟𝑣𝑖𝑡𝑜 𝑑𝑎𝑙𝑙𝑒 𝑣𝑖𝑒 𝐴𝑛𝑡𝑜𝑛𝑖𝑜 𝐷𝑒 𝑆𝑎𝑙𝑖𝑏𝑎 𝑒 𝐺𝑖𝑜𝑡𝑡𝑜, 𝑎𝑝𝑟𝑖𝑟à 𝑢𝑓𝑓𝑖𝑐𝑖𝑎𝑙𝑚𝑒𝑛𝑡𝑒 𝑖 𝑏𝑎𝑡𝑡𝑒𝑛𝑡𝑖, 𝑎𝑙 𝑝𝑢𝑏𝑏𝑙𝑖𝑐𝑜, 𝑙𝑢𝑛𝑒𝑑ì 14 𝑚𝑎𝑟𝑧𝑜 𝑐.𝑚. 𝐿’𝐴𝑟𝑒𝑎 𝑖𝑛𝑑𝑖𝑣𝑖𝑑𝑢𝑎𝑡𝑎 𝑟𝑖𝑐𝑎𝑑𝑒 𝑖𝑛 𝑜𝑡𝑡𝑎𝑣𝑎 𝑐𝑖𝑟𝑐𝑜𝑠𝑐𝑟𝑖𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑒 h𝑎 𝑢𝑛𝑎 𝑒𝑠𝑡𝑒𝑛𝑠𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑑𝑖 2.950 𝑚𝑞. 𝑙𝑙 𝐶𝐶𝑅 “𝐿𝑒𝑛𝑛𝑜𝑛” 𝑠𝑎𝑟à 𝑎𝑝𝑒𝑟𝑡𝑜 𝑑𝑎𝑙 𝑙𝑢𝑛𝑒𝑑ì 𝑎𝑙 𝑠𝑎𝑏𝑎𝑡𝑜, 𝑡𝑢𝑡𝑡𝑖 𝑖 𝑔𝑖𝑜𝑟𝑛𝑖 𝑑𝑎𝑙𝑙𝑒 𝑜𝑟𝑒 7 𝑎𝑙𝑙𝑒 𝑜𝑟𝑒 17. 𝐸𝑐𝑐𝑒𝑡𝑡𝑜 𝑓𝑒𝑠𝑡𝑖𝑣𝑖.

Le frazioni di rifiuti da conferire nel predetto Centro di raccolta sono le seguenti: i toner per stampa esauriti; imballaggi in carta e cartone; in plastica e metalli, in legno; vetro, pneumatici fuori uso, medicinali, batterie, apparecchiature elettriche ed elettroniche, rifiuti biodegradabili (sfalci e ramaglie, rifiuti ingombranti e RAEE (apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso (tv, monitor, televisori, ecc.), pitture e vernici di scarto, contenenti solventi organici o altre sostanze pericolose, oltre a piccole quantità di sfabricidi, ceramiche, mattoni.

Anche questo centro come il  CCR “Picciotti” sarà dotato della mangia plastica, il cui scopo è di effettuare la raccolta selettive delle bottiglie in Pet ( per uso alimentare) riconoscendo una premialità nell’ambito del circuito creato direttamente dal consorzio CORIPET scaricando l’apposita APP.

CLICCA QUI PER ALTRE NEWS DA CATANIA

Potrebbero interessarti