Home Cronaca di Palermo Reddito di cittadinanza, ultimi preparativi prima della protesta: “Abolirlo è fare la guerra ai poveri”

Reddito di cittadinanza, ultimi preparativi prima della protesta: “Abolirlo è fare la guerra ai poveri”


Redazione PL

Il corteo si terrà domani, 29 novembre, a partire da piazza Marina

reddito di cittadinanza

Palermo si prepara alla protesta in difesa del reddito di cittadinanza. Domani mattina, con appuntamento alle ore 9 a piazza Marina, percettori, associazioni e non solo si uniranno in corteo per sfilare fino alla sede della Regione Siciliana. Obiettivo dell’iniziativa è quello di manifestare il dissenso nei confronti delle recenti disposizioni del Governo Meloni che, come promesso in campagna elettorale, con la Legge di Bilancio ha annunciato l’abolizione del sussidio per il 2024.

Reddito di cittadinanza, a Palermo la protesta contro il Governo Meloni

A presentare la protesta in conferenza stampa nel centro sociale di via Boito, la settimana scorsa, erano stati Davide Grasso, consigliere della V Circoscrizione, Tony Guarino dell’associazione “Basta Volerlo” e Giuseppe De Lisi.

“Daremo voce al popolo. Si tratta di un corteo aperto a tutti, c’è in ballo il futuro della gente. Vogliamo dare un segnale ben preciso a Roma, levare il reddito per aumentare 23 euro la pensione agli anziani è vergognoso. Noi non ci fermeremo fino a quando la Meloni non farà un passo indietro e garantire il lavoro alla popolazione. Lei sta facendo la guerra ai poveri”. Così aveva affermato in quell’occasione Tony Guarino. 

Gli organizzatori della manifestazione e le associazioni di categoria si sono spesi in questi giorni tra i vari quartieri di Palermo mettendo in atto una raccolta firme e un volantinaggio di sensibilizzazione sul tema. All’appuntamento di domani è prevista anche la partecipazione di alcuni movimenti studenteschi dell’Università di Palermo.

Foto da pagina Facebook Trinacria

CONTINUA A LEGGERE

Abolizione del reddito di cittadinanza, a Palermo pronti alla “battaglia” contro il governo Meloni – VIDEO

Potrebbero interessarti