Home Ambiente e tecnologia Registro Pubblico delle Opposizioni, cosa è e come iscriversi per non essere contattati dai call center

Registro Pubblico delle Opposizioni, cosa è e come iscriversi per non essere contattati dai call center


Redazione PL

Lo strumento introdotto dal Mise ha registrato un grosso successo nel suo primo giorno di vita: migliaia i cittadini iscritti per mettersi in salvo dal "telemarketing selvaggio"

registro

Grande successo di adesioni al nuovo Registro pubblico delle Opposizioni (RPO). Lo strumento messo a punto dal Ministero dello Sviluppo economico per arginare le chiamate da parte di call center che promuovono offerte di vario tipo è stato introdotto dal c. d. “Decreto capienze” (articolo 9 del dl n. 139/2021). Il notevole afflusso di utenti ha causato ieri qualche disagio ai fruitori del sito.

Il registro esisteva in realtà già dal 2010, ma solo per i numeri fissi. Da ieri, 27 luglio, possono invece iscriversi anche i numeri di cellulare. La norma pare ben gradita. Il primo giorno di operatività del servizio ha visto oltre 166.000 utenti usare la piattaforma www.registrodelleopposizioni.it per iscriversi. 34.000 hanno chiamato invece il numero verde 800 957 766 per le utenze fisse e lo 0642986411 per i cellulari. Altri hanno fatto ricorso ad una comunicazione via e-mail.

REGISTRO PUBBLICO DELLE OPPOSIZIONI, COME FUNZIONA

Il nuovo Registro Pubblico delle Opposizioni permette ai cittadini di tutelare la propria privacy da attività di “telemarketing selvaggio”. Gli operatori che vorranno adoperare tali modalità saranno dunque tenuti a consultare mensilmente il Registro. Prima dell’avvio di ogni campagna pubblicitaria, inoltre, dovranno aggiornare i dati ed escludere i recapiti di coloro che figurano in lista.

Il nuovo Registro delle opposizioni si applica a tutti gli operatori, anche ai call center con sede all’estero. La violazione della nuova norma comporterà per le società di telemarketing sanzioni amministrative fino a 20 milioni di euro. Previste invece per le imprese multe fino al 4% del fatturato totale annuo. Gli utenti, dal canto loro, possono inviare le loro segnalazioni attraverso il sito del Garante per la privacy.

TRE MODI PER ISCRIVERSI

Possono iscriversi al Registro Pubblico delle Opposizioni tutti i titolari di utenze telefoniche. L’iscrizione in automatico annulla tutti i consensi dati in precedenza alla ricezione di telefonate pubblicitarie. Le chiamate sono da considerarsi illegali dopo quindici giorni dall’iscrizione.

Il servizio è totalmente gratuito. Per iscriversi è possibile utilizzare tre metodi. Il primo è quello online: sul sito registrodelleopposizioni.it, basterà seguire il percorso destinato ai cittadini utilizzando lo SPID oppure senza alcuna autenticazione. Bisognerà quindi indicare il proprio numero di cellulare e seguire le indicazioni. Verrà chiesto quindi di chiamare il numero 06 42986411 e attendere che la linea cada. Si attiverà così il link che permetterà di completare l’operazione, specificando se ci si voglia iscrivere al registro telefonico o a quello postale. Si otterrà dunque un codice.

L’iscrizione al Registro Pubblico delle Opposizioni può avvenire anche tramite mail. Si dovrà in questo caso inoltrare il modulo apposito all’indirizzo [email protected].

Infine, è possibile chiamare il numero verde 800 957 766 da numero fisso o lo 06 42986411 da cellulare.

CONTINUA A LEGGERE

Telemarketing, dal 27 luglio sarà possibile bloccare le chiamate dei call center: ecco come fare

 

Potrebbero interessarti