Home Cronaca di Palermo Rissa tra detenuti al Malaspina, giovane ferito alla testa

Rissa tra detenuti al Malaspina, giovane ferito alla testa


Redazione PL

A renderlo noto il Sindacato autonomo polizia penitenziaria Sappe

rissa

Disordini e tensioni all’Istituto Penale per Minorenni “Malaspina” di Palermo. A renderlo noto è Donato Capece, segretario generale del Sindacato autonomo polizia penitenziaria Sappe. Stando alla ricostruzione dei fatti, una lite scoppiata nel refettorio sarebbe poi degenerata coinvolgendo più detenuti. Uno di questi è rimasto ferito alla testa. 

La lite “avrebbe potuto avere peggiori conseguenza se non fosse stata gestita con grande coraggio e professionalità dal personale di Polizia penitenziaria in servizio, che pure conta qualche contuso nelle sue fila per la concitazione dei drammatici momenti”, recita la nota. Secondo quanto ricostruito dal Sappe, inoltre, un altro minorenne avrebbe tentato di aizzare i maggiorenni presenti nella struttura.

“Hanno persino tentato di togliere le chiavi agli agenti e sfondato la porta di ingresso nel cortile dell’aria, alimentando tensioni e ulteriori criticità- si legge -. Per fortuna sono tempestivamente intervenuti i poliziotti che hanno contenuto le violenze e poi anche gli educatori per giungere quindi alla, almeno apparente, normalità”.  

Rissa tra detenuti al Malaspina, la nota del Sappe

“Va fatta un’attenta analisi di quanto sta accadendo nel Distretto minorile siculo, dove si vedono le carceri minorili – Palermo, Caltanissetta, Catania, Acireale – alle prese con continui disordini, derivanti dell’assegnazione presso gli istituti di tutta quell’utenza straniera proveniente dal nord Italia – prosegue il Sappe -. È ormai evidente che tra l’utenza straniera proveniente dal nord e l’utenza siciliana non vi è possibilità di civile convivenza dal momento in cui questo tipo di dinamiche si presentano ormai con una frequenza altissima e spesso chi deve farsi carico di tutte le problematiche e i rischi che ne conseguono è il personale di Polizia penitenziaria che, purtroppo, vive da mesi il proprio luogo di lavoro come una trincea”.

CONTINUA A LEGGERE

 

Rissa in discoteca, feriti nello scontro tra gruppi della Noce e dello Sperone: sei Daspo Willy

Potrebbero interessarti