Home Food & Drink Il ristorante palermitano “Ciccio in pentola” scelto dall’Unione Ristoranti del Buon Ricordo

Il ristorante palermitano “Ciccio in pentola” scelto dall’Unione Ristoranti del Buon Ricordo


Elian Lo Pipero

Ciccio in pentola

Il ristorante palermitano “Ciccio in pentola” di Eugenio Randi è stato scelto dall’Unione Ristoranti del Buon Ricordo ed è dunque inserito nel ristretto circuito di ristoranti d’elite (112 in tutta Italia) che nei loro menù rappresentano la tradizione, l’eccellenza e la creatività della cucina regionale italiana.

Il piatto del Buon Ricordo, dunque, torna a Palermo dopo tanti anni di assenza: “Ciccio in pentola” ha messo d’accordo la giuria di esperti grazie ai “Paccheri gambero e ciliegino”, realizzati con grano siciliano, gambero rosso di Mazara del Vallo e pomodoro ciliegino delle province di Siracusa e Ragusa. All’esterno del rinomato locale di Piazza Magione, nel cuore del centro storico di Palermo, “Ciccio in pentola” potrà quindi esporre la prestigiosa insegna dell’associazione e regalerà il piatto del Buon Ricordo ai clienti che consumeranno la specialità della casa.

“É un riconoscimento che mi emoziona e che ripaga di tutti i sacrifici che ho fatto insieme a tutta la squadra che porta avanti con me il ristorante – racconta Randi dopo la premiazione che si è svolta alle “Officine del volo” di Milano -. Abbiamo puntato sulla qualità fin dal primo giorno, intuendo che esiste un importante movimento turistico legato al cibo e alle sue tradizioni. Questo riconoscimento ci responsabilizzerà ulteriormente e farà crescere ancora di più l’attenzione verso la ristorazione palermitana e le sue tradizioni. Esistono veri e propri collezionisti del piatto del Buon Ricordo che girano l’Italia in lungo e largo e che verranno a Palermo per un’esperienza indimenticabile tra cibo e arte”.
Il piatto del Buon Ricordo di “Ciccio in pentola” è stato disegnato dall’artista Giulia Cuttitta e come tutti gli altri piatti è realizzato dagli artigiani della Ceramiche Artistiche Solimene di Vietri sul Mare, seguendo il classico stile naif con colori molto accesi.

Potrebbero interessarti