Home Economia e lavoro Sciopero generale 16 dicembre anche a Palermo: chi aderisce

Sciopero generale 16 dicembre anche a Palermo: chi aderisce


Redazione

Domani, giovedì 16 dicembre, Palermo sarà tra le 5 piazze italiane in cui si terrà lo sciopero generale indetto da Cgil e Uil: ecco chi aderisce e il programma

sciopero generale 16 dicembre

Palermo è una delle cinque piazze nazionali dello sciopero generale “Contro tutte le disuguaglianze” che si terrà domani, giovedì 16 dicembre, a piazza del Popolo a Roma. E in contemporanea anche a Cagliari, Bari e Milano. Nel capoluogo siciliano, la mobilitazione parte alle 9.30 in piazza Verdi. Interverranno delegati e delegate di Cgil e Uil, il segretario generale Uil Sicilia Luisella Lionti, il segretario generale Cgil Sicilia Alfio Mannino, il segretario nazionale Uil Tiziana Bocchi e il segretario nazionale Cgil Emilio Miceli.

Sciopero generale 16 dicembre a Palermo: chi aderisce

A Palermo domani sono attesi centinaia di lavoratori di aziende, cantieri, commercio ed enti pubblici. Oggi le ultime assemblee, nel pomeriggio con i lavoratori della Tim. Poi, gli ultimi volantinaggi, alle 15 presso il centro commerciale Conca D’Oro, allo Zen.
“Arriveranno delegazioni di lavoratori e pensionati anche da tutta la provincia di Palermo”. Fa sapere Francesco Piastra, segretario organizzativo Cgil Palermo. “Stanno aderendo tantissime grandi e piccole aziende del comparto metalmeccanico. I lavoratori edili della D’Agostino dell’anello ferroviario e dell’Italcementi. I lavoratori agricoli dell’Abbazia Sant’Anastasia, dei consorzi di bonifica e delle gelaterie Cappadonia. L’Università e la ricerca, gli stenografisti del Tribunale. Ancora, tante strutture alberghiere tra le quali Nh Hotel e gli stagionali dell’albergo Palladium. E poi il commercio: H&M, Gran Vision, Famila, Eurospin, gruppo Arena Decò. Infine, Anpal servizi, i Rider, Windtre, Tim e tanti altri”.

Allo sciopero di domani a Palermo, aderiranno anche i tirocinanti di Avviso 22. “Per chiedere al governo regionale e nazionale di modificare le politiche attive del lavoro per i tirocinanti extracurricolari. Anche noi vogliamo gli stessi diritti dei lavoratori”, dicono i tirocinanti in una nota. “Alla fine del tirocinio svolto, siamo stati mandati a casa senza alcuna occupazione. Le aziende hanno preferito aspettare il successivo avviso e il bando di Garanzia Giovani per usufruire di altri tirocinanti a costo zero. Per noi non c’è alcuna garanzia di assunzione”.

“Anche a Palermo domani 16 dicembre saremo tutti in piazza per riprenderci il nostro futuro, contro le ingiustizie sociali, contro il mancato sviluppo, contro le non politiche di questi anni che ci hanno consegnato in una condizione di sottosviluppo – dichiara il segretario generale Cgil Palermo Mario Ridulfo -. Negli ultimi giorni questa consapevolezza è cresciuta. La preoccupazione e la tensione l’abbiamo registrata nelle assemblee e nei posti di lavoro. Lo sciopero generale contro la manovra vedrà la partecipazione di tanti lavoratori e lavoratrici in piazza”.

Potrebbero interessarti