Home Sport Palermo, arriva la prima vittoria del 2022: contro il Monterosi decisivi i nuovi acquisti

Palermo, arriva la prima vittoria del 2022: contro il Monterosi decisivi i nuovi acquisti


Elian Lo Pipero

I rosanero riescono a sbloccare il match contro il Monterosi solo nella ripresa. Adesso il secondo posto è a due punti.

palermo

Nella prima di Baldini in casa il Palermo vince contro il Monterosi nel match valido per la ventiduesima giornata di Serie C. Davanti a 4.748 spettatori i rosanero trovano la prima vittoria del 2022. Un successo che mancava da quattro gare, e che arriva nel secondo tempo, grazie ai due nuovi acquisti Damiani e Felici.

Il tecnico toscano si presenta con delle novità nell’undici iniziale per la sua prima in casa sulla panchina del Palermo. In porta torna Pelagotti, dopo la giornata di squalifica; in difesa Accardi vince il ballottaggio con Buttaro, con Lancini e Marconi coppia centrale, e a sinistra Crivello. Centrocampo con Damiani, dal primo minuto, centrale insieme a De Rose. I tre, dietro l’unica punta Brunori, sono Valente, Luperini e Floriano. Classico 4-4-2 per il Monterosi, coppia d’attacco Buglio ed Ekuban.

La prima conclusione è del Palermo dopo sei minuti. Valente prova il mancino da fuori area, la palla termina di poco alta. Il Palermo ha il pallino del gioco, ma i tiri verso la porta di Alia scarseggiano. Il Monterosi prova a fare male in ripartenza, ma la squadra ospite manca l’ultimo passaggio per potere fare male alla difesa rosanero. Al 41′ la seconda occasione del match per il Palermo: su calcio di punizione dal limite dell’area Brunori di destro manda alto. Nel finale ancora Palermo: cross morbido di Crivello, sul secondo palo arriva Valente che conclude di prima intenzione, trovando però soltanto l’esterno della rete. La prima frazione si conclude, con poche emozioni, sul risultato di 0-0.

PALERMO-MONTEROSI: SECONDO TEMPO

Baldini sceglie di mandare subito in campo Soleri per Luperini. Prima occasione della ripresa è per il Monterosi. Iniziativa personale di Cancellieri che dalla sinistra entra in area, salta Accardi e prova il destro, ma Pelagotti è bravo a respingere. Poco dopo prova a rispondere il Palermo, con Floriano che dall’interno dell’area di rigore prova il destro a giro, palla fuori. Al 55′ arriva il vantaggio dei padroni di casa: Damiani è bravo ad approfittare di una corta respinta della difesa avversaria, e a concludere di prima intenzione, battendo Alia per l’1-0.

La squadra di Baldini, dopo la rete del vantaggio, prende fiducia e va per due volte vicino al 2-0 in pochi minuti. Prima, con un tiro cross di De Rose dalla destra, che costringe il portiere del Monterosi ad alzare la palla in angolo. In seguito con Valente, il cui sinistro a pochi passi viene respinto miracolosamente da Alia. Al 64′ provvidenziale intervento di Marconi, che in scivolata riesce a fermare in area di rigore Ekuban pronto a concludere in porta a tu per tu con Pelagotti. Due minuti dopo il Monterosi va vicino al pari: Adamo di destro dal limite dell’area conclude, la palla supera Pelagotti e sbatte sul palo terminando fuori.

Nel Palermo entrano Felici e Giron al posto di Floriano e Crivello. Ancora Monterosi vicino al pari: da calcio d’angolo sulla sinistra, la palla arriva fuori area a Parlati che, defilato sulla destra, fa partire una conclusione velenosa che termina fuori non molto lontano dalla porta difesa da Pelagotti. A quattro minuti dal novantesimo il Palermo chiude il match con una magia di Felici. De Rose lancia lungo sulla sinistra per l’attaccante, tornato in rosa a gennaio, che controlla palla di sinistro, rientra sul destro e calcia trovando una traiettoria meravigliosa, con la palla che si infila all’angolo, a portiere immobile. Nei minuti di recupero rosanero vicini al tris: Soleri salta il portiere ma a porta vuota colpisce incredibilmente sul palo. Il match del Barbera termina dopo cinque minuti, Palermo 2 Monterosi 0.

Il Palermo di Baldini trova i primi tre punti e sale a quota 37, a due punti dal secondo posto occupato dalla Turris. Il Monterosi rimane al quindicesimo posto, a quota 24, con due punti di vantaggio sulla zona play out.

Potrebbero interessarti