Home Economia e lavoro Settemila canditati per otto sontuosi posti fissi all’Assemblea regionale

Settemila canditati per otto sontuosi posti fissi all’Assemblea regionale


Pippo Maniscalco

Da oggi a giovedì i test preliminari per diventare segretari parlamentari all'Assemblea regionale, con uno stipendio che, all'apice, può arrivare a 4mila euro al mese

Gli aspiranti segretari parlamentari all’Assemblea regionale siciliana sono quasi settemila. Tanti saranno coloro che inseguiranno il sogno del posto fisso. Ma i posti disponibili sono solo otto, sebbene garantiscano uno stipendio invidiabile. Infatti si parte con 2.069 euro al mese per sedici mensilità, per arrivare ai 4.400 euro all’apice della carriera. Con questa selezione inizia la grande stagione dei concorsi pubblici. Ce ne saranno svariati nel 2022, un anno nel quale fioccheranno le selezioni pubbliche: dai Centri per l’impiego agli agenti del Corpo forestale. Per questo di segretario parlamentare si sono presentati in tanti, oltre le previsioni. La pre-selezione si svolgerà da oggi a giovedì al polo multimediale dell’università di Palermo. Vista la straordinaria affluenza l’Ars è stata costretta ad organizzare un test preliminare. Lo ha diviso in sei turni. Già stamattina è prevista una prima prova di 60 minuti, con un quarto d’ora aggiuntivo per i candidati con una disabilità documentata, e nel pomeriggio ce ne sarà un’altra. Queste prove si svolgeranno ogni giorno fino al 30 settembre.

PROVE SCRITTE E ORALI

Da queste prove preliminari verranno fuori 400 candidati, che dovranno superare altre tre prove scritte di diritto costituzionale, amministrativo e contabilità dello Stato. Inoltre è previsto anche un un test orale e tecnico. I candidati dovranno prepararsi sulla storia d’Italia e della Sicilia, su una lingua straniera a scelta fra inglese, francese e spagnolo e sull’uso di un personal computer, sulle ricerche all’interno delle banche dati e sull’impiego di alcuni software come Microsoft Word ed Excel. A giudicare gli aspiranti segretari parlamentari sarà chiamata una commissione guidata dal presidente dell’Assemblea regionale Gianfranco Micciché e composta dai costituzionalisti Agatino Cariola e Giacomo Scala, dalla docente di Diritto amministrativo Maria Cristina Cavallaro e dalla direttrice del servizio Informatica dell’Ars Maria Ingrao.

Potrebbero interessarti