Home Salute e benessere Sicilia, puoi sorridere: Rt basso, ospedali vuoti e casi di Coronavirus al minimo

Sicilia, puoi sorridere: Rt basso, ospedali vuoti e casi di Coronavirus al minimo


Andrea Mari

Situazione ottimale sull'isola rispetto alla pandemia virale: i dati.

Sicilia baluardo contro il Coronavirus. Sono i freddi, ma importanti, numeri a raccontare la situazione, attuale, ottimale dell’isola del Mediterraneo. La vecchia Trinacria, infatti, sembra combattere la pandemia virale, esplosa in Cina, con assoluta risolutezza conquistando, giorno dopo giorno, medaglie al valore (sanitario) che certificano la bontà del lavoro svolto. Le terapie intensive sono vuote ormai da quattro giorni, i focolai della settimana scorsa praticamente estinti, le stanze degli ospedali respirano quasi definitivamente ed il famoso Rt, spauracchio di questi mesi governati dal Coronavirus, è vicino allo zero. Una vittoria che, allo stato attuale, ha traghettato fuori dai guai la Sicilia ed i suoi abitanti.

LA SICILIA VERSO IL COVID FREE

Si corre a lunghe falcate verso una SiciliaCovid free” nelle prossime settimane? Ancora, ovviamente, è presto per dirlo ma il trend d’incidenza del Coronavirus sul territorio siciliano è in netto calo. La settimana che si chiuderà ufficialmente oggi ha fatto registrare solo cinque casi (nei sette giorni precedenti erano quattordici). I casi totali dall’inizio di questo incubo pandemico sono 3099 e nell’ultima settimana è morta solo una persona che incrementa a 283 le vittime. Sono infine 123 gli attualmente positivi, quindici in meno rispetto al 4 luglio. I ricoveri, sette giorni fa, erano tredici, due in terapia intensiva, ora sono sei e nessuno grave. La provincia più “colpita” nelle ultime ore è quella di Palermo che ha fatto registrare tre casi sui cinque totali.

Chiusura sul valore del famoso Rt: lo conferma anche l’Iss, la Sicilia sta camminando verso la giusta strada con un valore pari allo 0,24. Un capolavoro. Solo una piccola ombra si addensa all’orizzonte: il pericolo di nuovi casi da Covid-19  cosiddetti “d’importazione“. Il governo regionale, coadiuvato da quello nazionale, dovrà controllare attentamente tutte le persone che, in cerca di un futuro migliore, sbarcheranno sulla costa siciliana. Obiettivo: evitare nuovi focolai mantenendo la situazione inalterata.

VISITA LE NOSTRE PAGINE FACEBOOK

ISCRIVITI ALLE NOSTRE COMMUNITY

Potrebbero interessarti